Covid, falsi sms e comunicati sui vaccini: l'allarme della Polizia postale

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
fonte: Aifa
fonte: Aifa

Un falso comunicato Aifa che vieterebbe l'utilizzo di alcuni lotti di vaccino AstraZeneca e starebbe circolando online insieme a falsi sms relativi ad un servizio di prenotazione del vaccino contro il coronavirus che sarebbero già arrivati a varie persone. È l'allerta lanciata dalla polizia postale italiana che precisa però che sia il comunicato sia gli sms sono, appunto, falsi. "Si raccomanda sempre - ha scritto la polizia - di non condividere notizie di cui non si abbia certezza della provenienza ma di segnalarle". 

"L'AIFA - si legge sul sito della Polizia postale - ha smentito la notizia ribadendo che l'unico lotto di vaccino AstraZeneca oggetto del divieto d'uso a fini precauzionali, sul territorio nazionale, è quello con il numero ABV2856. Si ricorda che informazioni e comunicazioni attendibili, riguardanti la campagna vaccinale in atto contro il Covid19, sono quelle pubblicate sul sito ufficiale dell'Agenzia italiana del farmaco www.aifa.gov.it".

VIDEO - Brasile il virus dilaga ma la gente protesta contro il coprifuoco

Anche i social network hanno fatto sapere che aumenteranno l'impegno per evitare che si diffondano false informazioni sui vaccini. Facebook, per esempio, aggiungerà contenuti informativi ai post sui vaccini contro il Covid-19. Mark Zuckerberg ha reso noto che le etichette conterranno "informazioni credibili" dell'Oms sui vaccini. Saranno in inglese e altre cinque lingue, mentre ulteriori traduzioni saranno aggiunte nelle prossime settimane. "Ad esempio, aggiungeremo ai post che si riferiscono alla sicurezza dei vaccini un'etichetta che indica che i farmaci passano attraverso test di sicurezza ed efficacia prima di essere approvati", ha dichiarato Zuckerberg.

VIDEO - Vaccino AstraZeneca: un nuovo lotto bloccato in Piemonte dopo la morte di un insegnante