Cozzoli: "Ogni famiglia dovrebbe poter scaricare abbonamento piscina o palestra dalle tasse"

(Adnkronos) - "C'è' il bonus terme ma non ancora il bonus sport, che costituirebbe una leva incredibile sia per la diffusione della pratica sportiva sia in termini economici per il settore. Le famiglie dovrebbero essere messe in condizione di poter scaricare dalle tasse un abbonamento in piscina o palestra. Si possono anche immaginare bonus per l'acquisto di attrezzature sportive e prevedere incentivi per investimenti nelle strutture. Poiché lo sport è salute si dovrebbe passare alla prescrizione strutturata dell’esercizio fisico da parte dei medici di base. Anche le imprese potrebbero favorire lo sport nel welfare aziendale". Lo ha detto il Presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, intervenuto al Convegno organizzato al Rimini Wellness da Anif.

"Il nostro Paese deve crescere nella pratica sportiva. La riforma dello sport, strumento per la ripartenza’. Sport e Salute vuole accompagnarvi in questo percorso – ha detto Cozzoli - lo sport ormai è un diritto nella Costituzione, per tutti e di tutti. Bisogna passare da una logica di interventi emergenziali, evidentemente necessari nella pandemia, ad una strategia di carattere strutturale che favorisca lo sviluppo sociale, economico ed industriale del sistema sportivo. Oggi ci sono le opportunità dell'impiantistica sportiva date dal Pnrr e non solo. Il settore del fitness conta almeno 25 mila aziende, un bacino di utenza di 20 milioni di italiani di cui 5 milioni e 500mila sono utenti iscritti ai centri fitness, un giro di affari di 12 miliardi di euro". Il Convegno è stato aperto dal Presidente Anif Eurowellness, Giampaolo Duregon. In mattinata sempre a Rimini Cozzoli ha inaugurato il progetto della Asd Rimini Rugby che è risultato il migliore in Emilia Romagna per Sport di tutti Quartieri promosso da Sport e Salute.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli