Crisi di governo in diretta: le ultime notizie

Primo Piano
·9 minuto per la lettura

Dopo la mossa di Matteo Renzi la crisi di governo è entrata nel vivo: ora il premier Conte è a caccia di numeri in Parlamento. Alla Camera ha incassato la fiducia con 321 voti favorevoli, adesso tocca al Senato.

LEGGI ANCHE - Il governo Conte ha ottenuto la fiducia alla Camera con 321 voti favorevoli

LE NOTIZIE DI MARTEDI’ 19 GENNAIO IN TEMPO REALE

Ore 15.10 - Santanché su Conte: “Tra Albanese e Pirandello” | Un governo “Conte la qualunque”, il premier è “uno, nessuno centomila, cambia le maggioranza con la facilità con cui cambia la sua famosa pochette, per rimanere su quella poltrona dove ancora siede”. Mischia Antonio Albanese e Luigi Pirandello Daniela Santanchè, senatrice di FdI, parlando del premier e annunciando il voto contrario alla fiducia.

Ore 14.52 - Cerno: “Torno al Pd e voto fiducia a Conte" | “Stasera torno al Pd, da indipendente e senza tessera, e voterò molto convintamente la fiducia al governo Conte". A dirlo all'Ansa, il senatore Tommaso Cerno, che un anno fa aderì al gruppo Misto lasciando i Democratici.

Ore 14.30 - Bellanova: “Italia viva si asterrà in Senato” | "Riuniremo il nostro gruppo prima del voto, ma l'orientamento unanime è quello dell'astensione. Non votiamo no perché il nostro progetto non era mettere in discussione il perimetro della maggioranza". Lo dice Teresa Bellanova ex ministro agricoltura e senatrice di Iv a Un giorno da pecora su RadioUno.

VIDEO - Conte: “Serve un governo volenteroso”

Ore 13.58 - Segre: “Io spettatrice, sono venuta a votare sì” | "Che sia venuta è già una risposta. Sono venuta a votare sì". Lo dice Liliana Segre, senatrice a vita, a chi la interpella in Senato sulle sue intenzioni di voto sulla fiducia. A chi le domanda un'opinione sul discorso di Conte, risponde: "Sono stata prestata alla politica, senza essermene mai occupata, dal presidente Mattarella che un giorno mi ha fatto senatrice a vita. Io sono spettatrice. Ho iniziato molte cose tardi ma tardi così, non pensavo. Devo rileggere quel discorso, capire se ha toccato certi punti che mi interessano", conclude.

LEGGI ANCHE: In Senato sono 152 i voti sicuri per Conte, ma governo punta a 158

Ore 13.19 - Boschi: "Lo scenario resta a aperto, senza 161 voti Conte deve dimettersi" | Maria Elena Boschi (Italia Viva) sulla proposta di confronto di Italia Viva con il Governo...

Ore 12.27 - Bonino: “No a fiducia, voltagabbana assurti a salvatori” | Presidente ci ha annunciato una svolta necessaria ma non può avvenire se sostenuta da una maggioranza raccogliticcia fondata su voltagabbana che adesso fate assurgere a salvatori della Patria. Questo non è responsabile né essere costruttori". Lo ha detto la senatrice di Più Europa Emma Bonino intervenendo nell'aula del Senato. "Il suo governo non era forte e responsabile prima e non lo sarà domani", ha aggiunto la Bonino spiegando che "non voterò la fiducia".

VIDEO - Conte: “Complicato governare con chi mina l’equilibrio”

Ore 12.08 - Balboni (Fdi): “Con maggioranza risicata conte ostaggio Renzi” | "Se stasera Conte otterrà una maggioranza raccogliticcia consegnerà all'Italia un governo più debole e ostaggio, in questo ramo del Parlamento, di Italia Viva". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Alberto Balboni, nel suo intervento in discussione sulle comunicazioni del premier Conte in aula.

Ore 11.44 - Governo, alle 12.30 vertice del centrodestra | E' previsto intorno alle 12.30, a quanto si apprende, un vertice del centrodestra per fare il punto della situazione in vista del voto a palazzo Madama.

Ore 11.10 - Monti: “Voterò la fiducia a Conte” | "Le considerazioni tenute dal presidente del Consiglio mi inducono ad un orientamento positivo". Lo dice nell'Aula del Senato Mario Monti del gruppo Misto nel dibattito sulle comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, cui voterà la fiducia. "Se ci sarà questo riscontro in futuro non solo appoggerò il governo ma mi adopererò anche presso l'opinione pubblica inclusa quella internazionale per sostenere ciò che verrà fatto".

VIDEO - Meloni alla Camera: “E’ tempo di patrioti e della libertà”

Ore 11.05 - Casini: “I responsabili? Ieri delinquenti, oggi santi” | “I responsabili quando li cercava Berlusconi erano tutti delinquenti, ora sono tutti santi”. Lo ha detto Pier Ferdinando Casini.

Ore 11.03 - Casini: “Sì a fiducia ma recuperare con chi ha diviso” | "Nell'annunciare il mio voto favorevole al governo vorrei esprimere il rispetto per il governo per gli sforzi onesti e leali che ha messo in campo nell'affrontare la pandemia". Lo ha detto Pierferdinando Casini intervenendo in Senato.

LEGGI ANCHE: Crisi di governo, grande affanno attorno a quota 161

Ore 10.50 - Conte: “Numeri Aula importanti, oggi passaggio fondamentale” | "Chiediamo un appoggio limpido, un appoggio trasparente, che si fondi sulla convinta adesione a un progetto politico. Certo i numeri sono importanti, oggi lo sono ancor di più. Questo è un passaggio fondamentale nella vita istituzionale del nostro Paese ed è ancora più importante la qualità del progetto politico", ha concluso Giuseppe Conte.

LEGGI ANCHE: Conte a senatori: “Chiedo appoggio limpido a forze europeiste”

Ore 10.43 - Conte: “Serve politica per cittadini, o rischio rabbia” | "Servono un Governo e forze parlamentari volenterose, consapevoli delle difficoltà che stiamo attraversando e della delicatezza dei compiti. Servono persone disponibili a riconoscere l'importanza della politica. La politica è la più nobile tra le arti e tra i saperi, se indirizzata al benessere dei cittadini. Quando la politica si eclissa questa istanze rischiano di essere ai margini o, peggio di sfociare in rabbia o nello scontro violento".

GUARDA ANCHE - Salvini: “Modello Conte in pandemia da voto 4”

Ore 10.39 - L’Udc smentisce coinvolgimento suoi senatori nel governo | “Anche stamane leggiamo di fantasiosi retroscena giornalistici” si legge in una nota dell’ufficio stampa Udc. Che precisa: “Le notizie riportate da diversi importanti quotidiani nazionali in merito a un coinvolgimento dei senatori Udc nella definizione di un’eventuale nuova compagine governativa sono destituite di ogni fondamento”.

Ore 10.35 - Conte: “Da Italia Viva attacchi scomposti” | Uno dei passaggi dell’intervento già pronunciato ieri che è stato sottolineato dal rumoreggiare dei senatori è stato quello sugli “attacchi mediatici molto aspri e a volte anche scomposti” che il premier ha attribuito ad esponenti di Italia Viva nelle settimane che hanno preceduto le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e del sottosegretario Scalfarotti.

GUARDA ANCHE - Bongiorno (Lega): “La maggioranza politica non c’è più”

Ore 10.32 - Conte: “Maggioritario creerebbe instabilità politica” | Sulla proposta del sistema proporzionale "leggo delle interpretazioni, diciamo così maliziose. Negli anni passati abbiamo subito una frantumazione della rappresentanza. Sono emersi nuovi processi, anche in maniera dirompente, non possiamo fare una legge che costringa forze così diverse. Questo artificio contribuirebbe all'instabilità politica, non stabilirebbe il quadro".

Ore 10.27 - Conte in Senato ribadisce: “Bisogna voltar pagina” | "Adesso bisogna voltar pagina. Questo Paese merita un governo coeso, dedito a tempo pieno a lavorare esclusivamente per il benessere dei cittadini e per favorire una pronta ripartenza della nostra vita sociale e una incisiva ripresa della nostra economia".

LEGGI ANCHE: Monti: “Conte mi ha convinto sulla Ue, dirò in aula cosa voterò”

Ore 10.23 - Salvini: “Conte parla di buon lavoro, davvero?” | "Conte: abbiamo lavorato bene e fatto tanto per tutti, partite Iva e famiglie, studenti e lavoratori, medici e commercianti, donne, giovani e pensionati. Davvero? Voi ve ne siete accorti???". Lo scrive su Twitter il senatore e leader della Lega, Matteo Salvini.

Ore 10.17 - Conte: “Difficile governare con chi mina equilibri” | In questi giorni ci sono state "continue pretese, continui rilanci concentrati peraltro non casualmente sui temi palesemente divisivi rispetto alle varie sensibilità delle forze di maggioranza. Di qui le accuse, a un tempo di immobilismo e di correre troppo, di accentrare i poteri e di non aver la capacità di decidere. Vi assicuro che è complicato governare con chi mina continuamente un equilibrio politico pazientemente raggiunto dalle forze di maggioranza". Così Conte intervenendo al Senato.

LEGGI ANCHE: Conte: "Crisi grave, non si può cancellare quello che è accaduto"

GUARDA ANCHE - De Falco: “Conte presenti un’efficace strategia anti-Covid”

Ore 10.12 - Dl ristori, Conte: “Proporzionati ma non sufficienti” | I ristori del nuovo decreto saranno "proporzionati alle perdite subite" il che non significa che "sono sufficienti a compensare le perdite subite", ha detto il premier Conte.

Ore 10.04 - Conte: “Noi non meridionalisti per vocazione, Sud deve correre” | "Abbiamo introdotto e portato a regime, fino al 2029, per la prima volta, la fiscalità di vantaggio per tutte le imprese che operano nel Mezzogiorno, con un taglio dei contributi previdenziali del 30% per i primi 3 anni e poi a calare. Noi non siamo meridionalisti per vocazione intellettuale, se non corre il Mezzogiorno non corre l'Italia". Lo dice il premier Giuseppe Conte intervenendo al Senato.

Ore 9.56 - Conte: “In mesi drammatici grande responsabilità” | In questi mesi così drammatici, pur a fronte di una complessità senza precedenti, questa maggioranza ha dimostrato grande responsabilità, raggiungendo - certamente anche con fatica - convergenza di vedute e risolutezza di azione, anche nei passaggi più critici". Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Ore 9.50 - Conte: “Nel nostro programma c'era visione e investimento di fiducia” | "Ancora oggi, dopo più di un anno, a riguardare quei ventinove punti programmatici, ravviso che nel progetto di Paese che abbiamo condiviso e delineato insieme, seppure in circostanze e condizioni complesse, c'era visione. C'era una forte spinta ideale. C'era un chiaro investimento di fiducia". Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Senato.

Ore 9.45 - Morte Macaluso: il ricordo di Conte | "Anche chi non ne ha condiviso le idee può convenire che sia stato un grande protagonista della vita politica e culturale italiana". Così, in Aula al Senato, Giuseppe Conte su Emanuele Macaluso, storico dirigente Pci scomparso stamattina.

Ore 9.41 - Renzi: “Dibattito su Recovery e ministre, parlo nel pomeriggio” | "Oggi giornata di dibattito in Senato sul Recovery Plan e sulle dimissioni delle nostre ministre. Io interverrò nel primo pomeriggio. Buona giornata a tutti!". Lo scrive su Twitter il leader di Iv Matteo Renzi.

LEGGI ANCHE: Conte a caccia della maggioranza, cosa succede oggi in Senato

Ore 9.29 - Boschi: “Conte cambia idea ogni anno, pur di restare dov’è” | “Pur di restare dov’è, Conte cambia idea annualmente", attacca Maria Elena Boschi, intervistata dal Corriere.

Ore 9.17 - Bonetti (Iv): “Conte apre a qualsiasi maggioranza per restare dov’è” | "C'era bisogno di una crisi", dice Elena Bonetti, ormai ex ministra, a Radio Anch'io. "Ora vediamo come va a finire questa crisi, ieri Conte per rimanere su quella poltrona ha aperto a qualsiasi maggioranza. Noi abbiamo chiesto una visione forte di un Governo politico del Paese ma ci si sta spostando su una maggioranza numerica".

Ore 9.00 - Conte parlerà in Senato alle ore 9.30 | Il presidente del Consiglio parlerà alle 9.30 a Palazzo Madama. Dopo si aprirà la vera partita: Conte chiederà la fiducia e bisognerà vedere se raggiungerà la maggioranza e se questa sarà relativa (più probabile) o assoluta. Tra gli altri oggi parleranno Renzi e Salvini, entrambi senatori.

Ore 8.32 - Binetti: “Non voto fiducia su storia Conte II” | "Il discorso di Giuseppe Conte è stato oggettivamente più inclusivo. Gli darei la sufficienza". Lo dice la senatrice Paola Binetti, intervistata dal Corriere della Sera.

GUARDA ANCHE - Meloni: “Mattarella accetterà maggioranza risicata?”

Ore 7.43 - Meloni: “Da Conte delirio di onnipotenza” | La leader di FdI alla Camera: “Inscenato un mercimonio”. Attacchi anche dagli altri esponenti di opposizione. Rosato (Iv): “Non c’è stata volontà di costruire agenda condivisa”. Molinari (Lega): “Spettacolo indegno”. Gelmini (Fi): “Se non ha i numeri, il premier si dimetta”.

Ore 06.48 - Prodi: "I numeri ci saranno e potrebbero anche crescere" | Romano Prodi crede e scommette sulla necessità della continuità del governo guidato da Giuseppe Conte e in una lunga intervista ad Avvenire azzarda una previsione nel giorno del voto di Palazzo Madama: "I numeri saranno risicati, ma ci saranno. Poi potranno anche crescere”.

GUARDA ANCHE - Borghi: “Con questi numeri auguri...”