Cristiano Ronaldo premiato dall'AIC: "Senza motivazioni non rendi così a 36 anni"

Matteo Baldini
·1 minuto per la lettura

Tra i premi consegnati dall'AIC, nel consueto Gran Galà del Calcio, spicca ovviamente quello al miglior giocatore della scorsa stagione: ad aggiudicarsi il riconoscimento è stato Cristiano Ronaldo, fuoriclasse della Juve che, ai microfoni di Sky Sport, ha commentato l'ultimo anno in bianconero e il proprio rendimento. Queste le parole di CR7:

Cristiano Ronaldo | Enrico Locci/Getty Images
Cristiano Ronaldo | Enrico Locci/Getty Images

Sul calcio ai tempi del Covid: "È stato un anno positivo e strano allo stesso tempo. Un anno che nessuno si sarebbe augurato e in cui comunque, a livello personale di squadra, abbiamo fatto bene conquistando il campionato. Quanto ai miei gol, quello segnato contro la Sampdoria è stato il più bello di testa fatto nella mia intera carriera, ne sono sicurissimo".

Sul rendimento nonostante l'età: "Voglio ringraziare tutti i miei compagni che hanno reso possibile questa mia vittoria e tutti i calciatori che hanno votato per me. Costanza, fiducia nei propri mezzi, lavoro e passione sono i segreti per godersi il calcio. Poi contano motivazione e disciplina, senza le quali non si può pensare di continuare a 34, 35, 36 o 40 anni".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.