Cristiano Ronaldo sconfitto: dopo 12 finali consecutive vinte

Cristiano Ronaldo ha perso la prima finale dopo 12 vittorie e non ha digerito la sconfitta: si è tolto la medaglia subito dopo la consegna.
Cristiano Ronaldo ha perso la prima finale dopo 12 vittorie e non ha digerito la sconfitta: si è tolto la medaglia subito dopo la consegna.

L'abitudine porta a dimenticare il passato, quasi non fosse mai esistito. Cristiano Ronaldo aveva dimenticato cosa significasse ricevere una medaglia d'argento e non una d'oro in seguito ad una finale persa: ha rivissuto la triste sensazione in Arabia Saudita, a margine della Supercoppa Italiana persa contro la Lazio.

3-1 della Lazio sulla Juventus, che non ha certo giocato una gara esaltante. Nuova sconfitta contro i biancocelesti, dopo quella di campionato. Se in Serie A Cristiano Ronaldo aveva trovato la via del goal, stavolta ha deluso alla pari dei suoi compagni, provandoci in qualche occasione senza però mai impensierire Strakosha.

Dopo aver vinto la Supercoppa Italiana l'anno scorso, stavolta Cristiano Ronaldo deve guardare la medaglia d'argento e non quella d'oro per la sconfitta in finale. Medaglia immediatamente levata dal collo, così da provare a dimenticare le reti di Luis Alberto, Lulic e Cataldi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Era dal 2014 che Cristiano Ronaldo non perdeva una finale. Da lì tre volte vittorioso in Champions con il Real Madrid, una volta con la già citata Supercoppa Italiana del 2018, tre volte in Coppa del Mondo per club, due volte in Supercoppa Europea e una volta in Supercoppa di Spagna.

In più la Nations League e l'Europeo con il Portogallo, per un totale di dodici finali vinte prima della disfatta in quel di Riyad. Dati che mostrano ancor più l'ascesa della Lazio, che dal 2012 è seconda solamente alla Juventus per trofei vinti tra Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa Italiana.

L'inverno si apre in maniera negativa per Cristiano Ronaldo, che alcune settimane fa aveva dovuto fare i conti con il terzo posto nel Pallone d'Oro, che ha portato Messi a scavalcarlo in questa speciale classifica. Ora ricaricherà le pile per un 2020 in cui vorrà essere per forza di cose protagonista: in Serie A, in Champions, all'Europeo. Da Campione in carica.

Potrebbe interessarti anche...