Da Costa vince a Marrakesh ed è il nuovo leader di Formula E

Valentin Khorounzhiy
motorsport.com

Il francese, messo K.O. ieri dal mal di testa, è stato protagonista di una lotta incredibile con Maximilian Gunther, che alla penultima curva gli ha soffiato la seconda piazza.

Al via Da Costa ha dovuto chiudere la porta proprio al pilota della BMW, con André Lotterer che ha provato a lottare con loro prima di essere superato dalla Mercedes di Nyck De Vries. Quest'ultimo, però, è incappato in un drive-through penalty per aver utilizzato troppa ricarica rispetto al consentito, per cui Lottere è tornato dietro al duo Da Costa-Gunther, che intanto era fuggito via.

La coppia si è studiata a lungo, poi il portoghese ha sfruttato meglio l'attack mode per incrementare il margine sul rivale, dietro al quale si è infiammato il duello tra Vergne e Lotterer. Il francese ha superato il tedesco, che però gli ha risposto con l'attack mode.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Al giro 15, Da Costa ha rallentato e Gunther ne ha approfittato per riavvicinarsi al ragazzo della DS Techeetah, che gli ha dovuto cedere la posizione dopo un paio di assalti. Lotterer ha provato a cogliere la palla al balzo, ma il secondo attack mode sfruttato da Da Costa ha permesso a quest'ultimo di tornare leader, per poi difendersi da Gunther che ha provato un ultimo assalto con l'attack mode.

Intanto Vergne è stato quello che gli attack mode li ha sfruttati al meglio perché prima ha fatto fuori Lotterer, per poi balzare addirittura secondo nei minuti finali. Gunther aveva però più energia da sfruttare e il transalpino se n'è accorto, dicendo via radio “sto combattendo una battaglia persa”. "JEV" le ha provate tutte per difendersi, ma Gunther lo ha infilato all'ultimo giro (dopo un paio di tentativi andati a vuoto) con una sola curva da percorrere.

Tutto questo ha dato modo a Da Costa di tagliare il traguardo comodamente con 11" di vantaggio sugli inseguitori, mentre quarto si piazza Sébastien Buemi con la Nissan.

Top5 anche per la Venturi grazie ad Edoardo Mortara, che si tiene dietro un incredibile Mitch Evans, autore di un recupero da applausi dal fondo dello schieramento per via dell'errore commesso in qualifica (dove non aveva girato prendendo bandiera nel suo tentativo).

La migliore Audi è quella di Lucas Di Grassi in settima posizione (grande un suo doppio sorpasso su James Calado e Jerome D'Ambrosio alla curva 3), poi abbiamo un Lotterer in caduta libera nel finale, Oliver Rowland (Nissan E.Dams) e Sam Bird (Virgin).

11° De Vries, beffato da una foratura Pascal Wehrlein (Mahindra), che segna il giro più veloce arrivando 22°.

Un giro di ritardo lo prende Ma Qing Hua (NIO 333) per un drive-through, con la BMW di Alexander Sims che ha avuto problemi nel finale.

 

1

Portugal
Portugal

António Félix Da Costa

DS E-TENSE FE20
DS E-TENSE FE20
China
China

Techeetah

34

46'52.757

2

Germany
Germany

Maximilian Gunther

BMW iFE.20
BMW iFE.20
United States
United States

Andretti Autosport

34

47'04.184

11.427

3

France
France

Jean-Éric Vergne

DS E-TENSE FE20
DS E-TENSE FE20
China
China

Techeetah

34

47'04.791

12.034

4

Switzerland
Switzerland

Sébastien Buemi

Nissan IM02
Nissan IM02
France
France

DAMS

34

47'05.039

12.282

5

Switzerland
Switzerland

Edoardo Mortara

Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Monaco
Monaco

Venturi

34

47'08.414

15.657

6

New Zealand
New Zealand

Mitch Evans

Jaguar I-Type 4
Jaguar I-Type 4
United Kingdom
United Kingdom

Jaguar Racing

34

47'09.092

16.335

7

Brazil
Brazil

Lucas Di Grassi

Audi e-tron FE06
Audi e-tron FE06
Germany
Germany

Audi Sport Team ABT

34

47'11.463

18.706

8

Germany
Germany

André Lotterer

Porsche 99X Electric
Porsche 99X Electric
Germany
Germany

Porsche Team

34

47'12.255

19.498

9

United Kingdom
United Kingdom

Oliver Rowland

Nissan IM02
Nissan IM02
France
France

DAMS

34

47'12.883

20.126

10

United Kingdom
United Kingdom

Sam Bird

Audi e-tron FE06
Audi e-tron FE06
United Kingdom
United Kingdom

Virgin Racing

34

47'13.052

20.295

11

Netherlands
Netherlands

Nyck De Vries

Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Germany
Germany

Mercedes

34

47'13.314

20.557

12

Netherlands
Netherlands

Robin Frijns

Audi e-tron FE06
Audi e-tron FE06
United Kingdom
United Kingdom

Virgin Racing

34

47'15.130

22.373

13

Belgium
Belgium

Jérôme D'Ambrosio

Mahindra M6Electro
Mahindra M6Electro
India
India

Mahindra Racing

34

47'15.542

22.785

14

Germany
Germany

Daniel Abt

Audi e-tron FE06
Audi e-tron FE06
Germany
Germany

Audi Sport Team ABT

34

47'17.837

25.080

15

Belgium
Belgium

Stoffel Vandoorne

Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Germany
Germany

Mercedes

34

47'18.726

25.969

16

United Kingdom
United Kingdom

James Calado

Jaguar I-Type 4
Jaguar I-Type 4
United Kingdom
United Kingdom

Jaguar Racing

34

47'19.285

26.528

17

Brazil
Brazil

Felipe Massa

Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Mercedes-Benz EQ Silver Arrow 01
Monaco
Monaco

Venturi

34

47'20.243

27.486

18

Switzerland
Switzerland

Neel Jani

Porsche 99X Electric
Porsche 99X Electric
Germany
Germany

Porsche Team

34

47'37.233

44.476

19

New Zealand
New Zealand

Brendon Hartley

Penske EV-4
Penske EV-4
United States
United States

Dragon Racing

34

47'41.759

49.002

20

Switzerland
Switzerland

Nico Müller

Penske EV-4
Penske EV-4
United States
United States

Dragon Racing

34

47'45.832

53.075

21

United Kingdom
United Kingdom

Oliver Turvey

NIO FE-005
NIO FE-005
United Kingdom
United Kingdom

NIO Formula E Team

34

47'52.726

59.969

22

Germany
Germany

Pascal Wehrlein

Mahindra M6Electro
Mahindra M6Electro
India
India

Mahindra Racing

34

48'06.171

1'13.414

23

China
China

Ma Qing Hua

NIO FE-005
NIO FE-005
United Kingdom
United Kingdom

NIO Formula E Team

33

47'25.441

1 Lap

United Kingdom
United Kingdom

Alexander Sims

BMW iFE.20
BMW iFE.20
United States
United States

Andretti Autosport

33

45'45.519

1 Lap

Guarda i risultati completi

Potrebbe interessarti anche...