Da Ramsey ad Arthur, Juve al lavoro per piazzare gli esuberi: riuscire a monetizzare però non sarà facile

·1 minuto per la lettura

Cedere gli esuberi, dare respiro ai conti societari e re-investire il denaro per il mercato in entrata. La Juve ha le idee chiare su quelli che sono gli obiettivi in vista della finestra di mercato estiva, che aprirà i battenti domani, ma riuscire a raggiungerli visto il momento storico pesantemente condizionato dal Covid non sarà affatto facile.

Aaron Ramsey | Marco Canoniero/Getty Images
Aaron Ramsey | Marco Canoniero/Getty Images

Da Ramsey ad Arthur passando per Rugani, Perin e De Sciglio, i giocatori da piazzare sono diversi. Per quanto riguarda Ramsey, tra il gallese e la Juventus sarà divorzio: i bianconeri vorrebbero monetizzare ma non possono fare delle richieste alte per un giocatore di 30 anni, con tanti problemi fisici e reduce da stagioni non buone. Il giocatore è richiestissimo in Premier con Arsenal, West Ham, Crystal Palace ed Everton sulle sue tracce.

Arthur | Marco Canoniero/Getty Images
Arthur | Marco Canoniero/Getty Images

Capitolo Arthur. Il brasiliano ha un peso a bilancio di 60 milioni di euro e alla luce di questo la cessione a titolo definitivo è tutt'altro che semplice. La Juve vorrebbe evitare una minusvalenza e la strada potrebbe essere quella di uno scambio o di un prestito. Per quanto riguarda Rugani, Perin e De Sciglio, per i tre la situazione è differente in quanto i bianconeri non puntano più su di loro e riuscire a piazzarli non sarà difficile (seppur a cifre non altissime).

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di mercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli