Da Sensi a Eriksen: le mosse dell'Inter per il centrocampo

·1 minuto per la lettura

L'Inter di Simone Inzaghi inizia a prendere forma. La cessione di Hakimi dovrebbe essere l'unica di un pezzo pregiato della casa nerazzurra ma il mercato è ancora lungo e bisogna continuare a tenere le antenne sempre ben drizzate.

Stando a quanto riferito dal Corriere dello Sport oggi in edicola, il centrocampo è uno dei reparti in costruzione. Il club nerazzurro partirà da tre certezze: Barella, che è incedibile (almeno fino a prova contraria), Marcelo Brozovic (ha un altro anno di contratto ma dovrebbe restare) e l'ultimo acquisto Hakan Calhanoglu.

Arturo Vidal | MB Media/Getty Images
Arturo Vidal | MB Media/Getty Images

Alle loro spalle bisognerà valutare diverse soluzioni. Roberto Gagliardini è un giocatore che piace a Simone Inzaghi. Le sue caratteristiche (senso dell'inserimento, abilità nel gioco aereo e ottima corsa) potrebbero fare molto comodo al nuovo allenatore. La variabile impazzita è Stefano Sensi. Inzaghi ha dichiarato di voler puntare su di lui. Le voci di mercato non mancano ma si scoprirà presto se i suoi muscoli venivano messi a rischio dal metodo Conte o meno. Poi spazio a Vidal. Arturo potrebbe andare via, anche gratis e con l'Inter disposta a pagare un incentivo all'esodo.

Poi c'è Vecino che potrebbe diventare un 'nuovo' acquisto. Infine c'è il 2002 Agoume che rientra dal prestito e dovrebbe rimanere come vice Brozovic. Nainggolan andrà via. Eriksen in Italia non può giocare perché ha un defibrillatore installato al cuore: andrà via o si ritirerà? La decisione sarà solo del danese al quale l'Inter non metterà nessuna fretta

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di calciomercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli