Da Svanberg a Tomiyasu, nuovi contatti tra Milan e Bologna. E c'è l'ipotesi contropartite

Federico Zanon
·1 minuto per la lettura

Il Milan guarda in casa del Bologna per rinforzare la rosa in vista della prossima stagione. Tre obiettivi, uno per ruolo, tre profili interessanti che andrebbero a colmare le lacune della rosa di Pioli. Il primo nome sulla lista è quello di ​Takehiro Tomiyasu, 22enne giapponese, in grado di giocare centrale di difesa o terzino destro. Già lo scorso settembre Maldini aveva fatto un tentativo, a giugno potrebbe tornare alla carica. Un altro giocatore apprezzato dalle parti di via Aldo Rossi è Mattias Svanberg, classe 1999, autore di una grande stagione sotto la guida di Mihajlovic. Entrambi costano più di 20 milioni di euro, più o meno quanto vale Riccardo Orsolini, esterno offensivo destro di piede sinistro, considerato un candidato credibile per sostituire partente Castillejo.

CONTROPARTITE - Acquistare sotto le due Torri è molto caro, il Milan ne è consapevole ma ha scelto comunque di sedersi intorno a un tavolo a parlarne con Bigon e Di Vaio. Le parti torneranno a confrontarsi tra qualche settimana, per capire se ci sono i margini per intavolare una trattativa. Follie economiche sono escluse, attenzione alle ipotesi contropartite, che potrebbero fare al caso del Bologna: Pobega, ora allo Spezia, Brescianini, uno dei pochi a salvarsi nella difficile stagione dell'Entella, senza dimenticare Hauge, che potrebbe trasferirsi in Emilia in prestito, per giocare con continuità, con un allenatore che predilige il calcio offensivo e sa come valorizzare i giovani. Al momento sono solo idee, che in futuro potrebbero diventare qualcosa di più.