Dakar, Alonso: "Nelle prossime tappe spero di fare una Top 3"

Sergio Lillo

Continua il processo d'apprendimento di Fernando Alonso alla Dakar e, nella sesta tappa dell'edizione 2020, ha centrato un ottimo sesto posto in una prova resa complicata dall'aumentare di sabbia e dune.

L'asturiano, navigato da Marc Coma, ha completato la prova a 7'56" di ritardo dal vincitore Stéphane Peterhansel, risalendo così in classifica generale al 16esimo posto a 3 ore e 18 minuti dal leader Carlos Sainz.

Le prestazioni dell'ex pilota di F1 non stanno lasciando indifferente nessuno. Sebbene il team abbia affermato di aspettarsi un livello così alto sebbene sia un rookie, un esordiente, la verità è che la confidenza e le prestazioni che Fernando sta fornendo dopo appena 5 mesi di apprendistato sono a dir poco sorprendenti.

"Per me è tutto nuovo. A livello di guida hai diverse sfide, come il comportamento della macchina da inizio tappa alla fine. Esci con più di 400 litri di benzina e finisci con 30-40 litri nel serbatoio. La differenza di peso, di guida sui veri terreni, è enorme. Il livello d'aderenza è molto diverso, incostante, e devi adattarti a ogni chilometro".

"Ci sono state fasi in cui abbiamo pagato in tutti questi aspetti, perché per me sono tutte sfide completamente nuove. Dal punto di vista della guida, sto cercando di imparare il più possibile", ha affermato Fernando.

La Tappa 6 è stata una delle più lunghe di questa 42esima edizione della Dakar. E' durata 477 chilometri cronometrati (830 totali), e si è sviluppata in percorsi veloci, ma anche tortuosi. Per finire poi sulle grandi dune, antipasto vero e proprio di ciò che sarà la Dakar nella prossima settimana.

"La verità è che anche oggi siamo andati piuttosto bene. Ho avuto buone sensazioni, un buon ritmo, siamo stati veloci chiudendo in sesta posizione. Se togliamo i 3 buggy che sono di un'altra categoria, siamo felici di essere stati il terzo equipaggio Toyota all'arrivo. E' stata una sorpresa e questo mi ha reso molto felice. Non abbiamo avuto problemi o forature, quindi una giornata che ci lascia un ottimo sapore in bocca. Ora possiamo vivere la giornata di riposo più sereni".

"Come ho detto i primi giorni, la visibilità è essenziale. Se hai quella puoi andare costantemente al ritmo dei migliori. Se invece sei dietro alla polvere, ci sono stati alcuni WayPoint in cui abbiamo dovuto alzare il piede. Il 500 chilometri succedono davvero tante cose".

"Ho avuto giorni in cui sono partito davanti e ho avuto due pessimi compagni di viaggio alle spalle. Erano Al-Attiyah e Al Rajhi. Quando li ho lasciati passare sono stato un po' rallentato. Sono contento di aver vissuto 4 giornate molto positive. Peccato per il secondo giorno, dove abbiamo avuto quel problema (rottura di una sospensione). Ma nel complesso il ritmo è buono, sono fiducioso e faccio costantemente progressi".

Alonso ha spiegato che la sua strategia iniziale prevedeva di andare più lento del previsto, ma negli ultimi giorni, dopo l'incidente nella seconda tappa, il ritmo è stato comunque più elevato delle aspettative.

"Abbiamo dovuto passare le prime due fasi senza incidenti. Andavamo al 70-80% per evitare problemi ed errori. E così è stato. ma abbiamo avuto un problema nel secondo giorno pur andando più lentamente del nostro reale ritmo. In questi giorni siamo andati più forte ma non abbiamo mai avuto problemi. A questo punto on sai bene se andare al 90% o al 70%. Non sai quale delle due cose sia la più rischiosa".

Fernando, per concludere, ha affermato che la seconda settimana della Dakar proporrà un fondo più simile a quello di alcune edizioni fa, quelle africane. Proprio quelle potrebbero permettergli di recuperare posizioni nella classifica generale.

"Vedremo quanto sarà dura la gara la prossima settimana. Ho detto all'inizio della Dakar che la mia posizione finale dipenderà molto dalla durezza della gara. Ho seguito molte Dakar e un giorno un pilota ha perso 40 minuti, un altro ha rotto qualcosa e la classifica è cambiata di nuovo. C'erano sempre differenze di classifica tra una tappa e l'altra. In questa Dakar non sta succedendo nulla nelle prime 5-6 posizioni, quindi qualcosa potrebbe accadere la prossima settimana. Se riusciremo a mantenere questo ritmo potremo recuperare velocemente due o tre posizioni in una tappa. Magari riusciremo a finirne una in Top 3".

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando AlonsoA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, #305 JCW X-Raid Team: Carlos Sainz

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, #305 JCW X-Raid Team: Carlos Sainz<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, #305 JCW X-Raid Team: Carlos SainzA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando AlonsoA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso<span class="copyright">A.S.O. </span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando AlonsoA.S.O.

A.S.O.

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Toyota Gazoo Racing: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma

#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc Coma<span class="copyright">Toyota Racing</span>
#310 Hallspeed Toyota: Fernando Alonso, Marc ComaToyota Racing

Toyota Racing