Dakar, Auto, Tappa 11: Peterhansel di un soffio su Al-Attiyah!

Giacomo Rauli

Nella Dakar, si sa, tutto può accadere. Anche quando manca appena una tappa alla fine. E' però lecito dire che con la prova di oggi Carlos Sainz e Lucas Cruz si sono avvicinati in maniera perentoria a quella che sarebbe il terzo successo della carriera nel rally raid più famoso al mondo, la prima edizione che si tiene in Medio Oriente.

La Tappa 11 di questa 42esima edizione della Dakar ha portato la carovana da Shubaytah ad Haradh, per un totale di 744 chilometri tra speciale e trasferimento, è stata vinta da Stéphane Peterhansel, dunque l'ennesimo successo per MINI e il team X-Raid e il quarto personale in questa Dakar.

La prova è stata un vero e proprio testa a testa dal primo all'ultimo WayPoint tra il francese e Nasse Al-Attiyah, punta di diamante del team ufficiale Toyota, il Gazoo Racing. I due sono arrivati al traguardo con appena 10 secondi di divario a favore di "Mister Dakar", che è così riuscito a ridurre ulteriormente il suo ritardo dal qatariota e a portarsi a pochi secondi dal secondo posto nella classifica generale (6", per la precisione).

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Ormai sembra che i due siano concentrati a contendersi la piazza d'onore, con Carlos Sainz che è riuscito a contenere il distacco nella prova di oggi e ad avere un margine di oltre 10 minuti sui primi due inseguitori. Domani Carlos potrà tentare di portare a casa la terza vittoria della carriera grazie a 4 vittorie di tappa. La più importante è arrivata ieri, dove ha costruito il margine per ora sufficiente per essere il favorito di questa edizione.

Sainz ha completato la tappa di oggi in terza posizione, staccato di 8'03" da Peterhansel e davanti al secondo pilota ufficiale Toyota Bernhard Ten Brinke. Ancora un'ottima prestazione per il polacco Jakub Przygonski, quinto assoluto e primo pilota privato al traguardo della prova odierna davanti a Giniel De Villiers (Toyota Gazoo Racing). Il sudafricano, grazie a questo risultato, è salito in quinta posizione nella classifica generale superando Orlando Terranova - oggi autore di una prova anonima, addirittura fuori dalla Top 10 - e Bernhard Ten Brinke.

Settimo posto per il saudita del team Overdrive Toyota, Yazeed Al Rajhi, con Wei Han bravo a portare la Geely in ottava posizione davanti a un Mathieu Serradori meno incisivo del solito da quando è riuscito a vincere una tappa in questa edizione della Dakar. Buon recupero infine per Fernando Alonso. L'asturiano è partito male anche nella tappa di oggi dopo i capottamenti che ieri hanno fatto perdere a lui e Marc Coma oltre un'ora. Oggi, invece, l'equipaggio della Toyota è riuscito a recuperare minuti nella seconda parte della tappa, chiudendo in ottava posizione a 16'25" da Peterhansel.

Giornata nera per il francese Pierre Lachaume. il pilota del team PH Sport ha commesso un errore, finendo per capottare più volte con la sua Peugeot 3008 DKR al chilometro 286 della prova. La vettura è uscita dall'incidente completamente distrutta e sarà difficile che l'equipaggio transalpino (illeso) possa continuare la corsa.

Dakar - Classifica generale dopo la Tappa 11

1

Sainz/Cruz

MINI

41h37'51”

 

2

Al-Attiyah/Baumel

Toyota

+10'17"

+3'00"

3

Peterhansel/Fiuza

MINI

+10'23"

 

4

Al Rajhi/Zhiltsov

Toyota

+47'57"

+2'00"

5

De Villiers/Haro Bravo

Toyota

+1'06"34

 

6

Ten Brinke/Colsoul

Toyota

+1h17'50"

 

7

Terranova/Graue

MINI

+1h26'44"

 

8

Serradori/Lurquin

Century

1h52'32”

+2'00"

9

Wei Han/Min Liao

Geely

+3h45'07"

 

10

Lachaume/Polato

Optimus

+3h55'35"

 

Potrebbe interessarti anche...