Dakar, Camion, Tappa 4: tripletta Kamaz

Franco Nugnes
motorsport.com

La Dakar dei camion prende una piega decisa: tre Kamaz 43509 davanti a tutti nella quarta tappa che da Neom ha portato la carovana ad Al-Ula dopo 453 km di prova speciale.

Anton Shibalov (campione del Silk Way Rally 2019) si è aggiudicato la frazione in 4.15’43”, cogliendo il secondo successo dopo la tappa di apertura, mentre Andrey Karginov con la piazza d’onore a 2’41” dal compagno di squadra si è portato in testa alla classifica generale dei bisonti della strada, visto che Siarhei Viazovich ha concluso solo sesto con un distacco di un quarto d’ora dal Kamaz di vertice.

La tripletta russa è stata completata da Dmitry Sotnikov che ieri era aveva seriamente danneggiato il suo Kamaz 43509 contro una roccia: il team Master ha dimostrato nei fatti di aver assorbito gli effetti del crash di ieri, avendo riparato il mezzo alla perfezione dopo un lavoro durato quasi tutta la notte da parte dell’assistenza.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

L’unico che non riesce a tenere il passo del resto dell’armata blu è Eduard Nikolaev: il vincitore delle ultime tre edizioni della Dakar non ha ancora vissuto una giornata “normale” in questo primo rally raid in Arabia Saudita: anche oggi ha accumulato oltre 26 minuti di distacco, dopo la foratura e la sostituzione della valvola wastegate del turbo di ieri, e ha dovuto cedere la quinta piazza al Praga di Ales Loprais.

Fra i tre Kamaz e il Maz 6440RR del bielorusso si è infilato Janus Van Kasteren con l’Iveco Powerstar del team Petronas De Rooy e Gert Huzink con l’interessante Renault ibrido.

L’olandese sembra aver preso le misure al mezzo italiano che finora ha avuto un ruolo da comprimario nella lotta di testa, mentre il camion Iveco era atteso a recitare la parte dello sfidante dei Kamaz.

L’assenza di Gerard De Rooy, vera anima della squadra (il pilota e team manager ha dovuto rinunciare alla gara per un’ernia del disco), si è fatta sentire nelle prime tappe, ma non è da escludere che il team olandese riesca a rimettersi in carreggiata, sebbene il miglior Iveco in graduatoria sia quello di Martin Macik con il Powerstar giallo del team Big Shock Racing.

Il 30enne ceco ha chiuso la speciale al decimo posto pagando un distacco di 25 minuti che non ha minato la sua quarta posizione assoluta ormai a quasi un’ora dal Kamaz di Andrey Karginov, mentre Van Kasteren paga 1.18'.

La partita, quindi, sembra aperta solo ai primi tre, con il MAZ di Siarhei Viazovich a far da prosciutto fra le due fette di pane dei Kamaz di Karginov e Shibalov. Il bielorusso è encomiabile per la caparbietà e il coraggio con i quali sfida i pupilli di Putin, non potendo contare sul gioco di squadra che i russi attuano abilmente in ogni speciale. 

Viazovich è affiancato dall’ambizioso Vishneuski, il 28enne che guida il MAZ modello 5309RR dotato di cambio automatico e dal 53enne Vasilievski su un medesimo camion ma a trasmissione manuale. Insomma due mezzi che non hanno le prestazioni del 6440RR del loro capitano, per cui possono solo ambire a entrare nella top 10 e niente di più.

La classifica generale
4. Tappa (Neom - Al-Ula)
speciale: 453 km; trasferimento: 219 km; totale: 672 km

Pos.

Pilota/Meccanico/Navigatore

Camion

Tempo/distacco

1

Karginov-Mokeev-Leonov

Kamaz 43509

15.54'43"

2

Viazovich-Haranin-Zaparoshchanka

Maz 6440RR

+10'43"

3

Shibalov-Nikitin-Tatarinov

Kamaz 43509

+15'02"

4

Macik-Tomasek-Svanda

Iveco Powerstar

+59'16"

5

Loprais-Pokora-Alkendi

Praga V4S DKR

+1.08'55"

6

Nikolaev-Iakolaev-Rybakov

Kamaz 43509

+1.11'26"

7

Van Kasteren-Rodewald-Snijders

Iveco Powerstar

+1.18'58"

8

De Baar-Van der Vaet-Slootjes

Renault Truck K520

+1.45'26"

9

Soltys-Sikola-Schovanek

Tatra

+2.07'05"

10

Sotnikov-Akhmadeeev-Akhmetzianov

Kamaz 43509

+2.16'45"

#511 Team KAMAZ Master: Andrey Karginov, Andrey Mokeev, Igor Leonov

#511 Team KAMAZ Master: Andrey Karginov, Andrey Mokeev, Igor Leonov <span class="copyright">A.S.O. </span>
#511 Team KAMAZ Master: Andrey Karginov, Andrey Mokeev, Igor Leonov A.S.O.

A.S.O.

#501 Team KAMAZ Master: Dmitry Sotnikov, Ruslan Akhmadeev, Ilgiz Akhmetzianov

#501 Team KAMAZ Master: Dmitry Sotnikov, Ruslan Akhmadeev, Ilgiz Akhmetzianov <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
#501 Team KAMAZ Master: Dmitry Sotnikov, Ruslan Akhmadeev, Ilgiz Akhmetzianov Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

#516 Team KAMAZ Master: Anton Shibalov, Dmitrii Nikitin, Ivan Tatarinov

#516 Team KAMAZ Master: Anton Shibalov, Dmitrii Nikitin, Ivan Tatarinov <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
#516 Team KAMAZ Master: Anton Shibalov, Dmitrii Nikitin, Ivan Tatarinov Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda

#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda <span class="copyright">A.S.O. </span>
#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda A.S.O.

A.S.O.

 

Potrebbe interessarti anche...