Dakar, Camion Tappa 8: Kamaz domina anche con il... fantasma

Franco Nugnes

Con moto e quad fermi in segno di lutto dopo la drammatica scomparsa di Paulo Goncalves ieri, i camion hanno avuto il privilegio di anticipare il programma della loro ottava tappa della Dakar che proponeva partenza e arrivo a Wadi Al-Dawasir dopo un giro di 713 km dei quali 474 di prova speciale con sabbia, dune e anche un po' di sterrato.

Non stupitevi se il ritirato Eduard Nikolaev, riappare nella classifica della speciale al quinto posto: lo zar, infatti, concorre solo per la graduatoria della Dakar Experience, ma non appare più nella generale dei bisonti della strada. Il team Kamaz Master, approfittando del giorno di riposo nella Capitale araba, ha avuto il tempo di ripristinare il Kamaz 43509 #500 che ieri, per un problema di cronometraggio non figurava nella tappa di ieri che, invece, aveva concluso al quarto posto a poco oltre 5 minuti dal vincitore Andrey Karginov.

Lo squadrone russo, quindi, può sempre fare affidamento su un poker di mezzi e il vincitore delle ultime tre edizioni della Dakar, pur nel ruolo di... fantasma può essere molto utile come assistenza veloce in coda ai compagni di squadra.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

In vetta si consolida la netta supremazia di Andrey Karginov capace di aggiudicarsi la terza tappa di fila e la quarta dal via, mentre la Kamaz colleziona il settimo successo su otto speciali.

Chi ha cercato di dare un po' di spettacolo è Ales Loprais che ha infilato il suo Praga V4S DKR in mezzo al poker Kamaz, acchiappando un insperato podio di giornata dietro all'inattaccabile Karginov e ad Anton Shibalov, "fotocopia" del leader separato dalla vetta di quasi mezz'ora.

Il ceco, però, ha saputo tenere a bada Sotnikov e Nikolaev. Dmitry dopo i problemi dei giorni scorsi risale la classifica e approfitta dei guai che hanno afflitto i due portacolori Iveco: Martin Macik oggi ci ha lasciato 25 minuti che lo hanno fatto concludere solo 11esimo nel tratto cronometrato e lo hanno fatto scivolare al sesto posto dell'assoluta, mentre Janus Van Kasteren con l’Iveco Powerstar del team Petronas De Rooy è scivolato anche più indietro al 15esimo posto di giornata con un ritardo di 41 minuti che lo ha cacciato alla settima piazza della generale.

Siarhei Viazovich con il Maz 6440RR ha capito che non ha speranze di andare a riprendere i due Kamaz di testa, ma può concretamente ambire al terzo posto assoluto dei camion: il bielorusso viaggia a un'ora dai primi, ma può difendere un analogo vantaggio su Loprais. Oggi al ceco ha concesso solo un minuto e mezzo. Il pilota di punta della squadra di Minsk ha fatto bene e rivedere gli obiettivi della sua corsa, puntando a un risultato onorevolissimo come il podio che è alla sua portata.

A proposito di MAZ è giusto evidenziare la prestazione del giovane Vishneuski, che alla guida di un aggiornato MAZ modello 5309RR è arrivato a un ottavo posto che la dice lunga sulla crescita del marchio bielorusso.

La classifica generale
8. Tappa (Wadi Al-Dawasir-Wadi Al-Dawasir)
speciale: 474 km; trasferimento: 239 km; totale: 713 km

Pos.

Pilota/Meccanico/Navigatore

Camion

Tempo/distacco

1

Karginov-Mokeev-Leonov

Kamaz 43509

34.31'43"

2

Shibalov-Nikitin-Tatarinov

Kamaz 43509

+27'06"

3

Viazovich-Haranin-Zaparoshchanka

Maz 6440RR

+1.05'17"

4

Loprais-Pokora-Alkendi

Praga V4S DKR

+2.04'27"

5

Sotnikov-Akhmadeeev-Akhmetzianov

Kamaz 43509

+2.39'22"

6

Macik-Tomasek-Svanda

Iveco Powerstar

+2.44.49"

7

Van Kasteren-Rodenwald-Snjiders

Iveco Powerstar

+3.33'02"

8

Vishneuski-Novikau-Neviarovich

Maz 5309RR

+4.15'30"

9

Soltys-Sikola-Schovanek

Tatra

+4.35'25"

10

Sugawara-Mochizuki-Somemiya

Hino 500

+4.37'36"

#516 Team KAMAZ Master: Anton Shibalov, Dmitrii Nikitin, Ivan Tatarinov

#516 Team KAMAZ Master: Anton Shibalov, Dmitrii Nikitin, Ivan Tatarinov <span class="copyright">A.S.O. </span>
#516 Team KAMAZ Master: Anton Shibalov, Dmitrii Nikitin, Ivan Tatarinov A.S.O.

A.S.O.

Meccanico del Team KAMAZ-Master lavora dopo la tappa

Meccanico del Team KAMAZ-Master lavora dopo la tappa <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Meccanico del Team KAMAZ-Master lavora dopo la tappa Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Meccanico del Team KAMAZ-Master lavora dopo la tappa

Meccanico del Team KAMAZ-Master lavora dopo la tappa <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Meccanico del Team KAMAZ-Master lavora dopo la tappa Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

#503 MAZ-SPORTauto: Siarhei Viazovich, Pavel Haranin, Anton Zaparoshchanka

#503 MAZ-SPORTauto: Siarhei Viazovich, Pavel Haranin, Anton Zaparoshchanka <span class="copyright">A.S.O. </span>
#503 MAZ-SPORTauto: Siarhei Viazovich, Pavel Haranin, Anton Zaparoshchanka A.S.O.

A.S.O.

#502 InstaForex Loprais Team Tatra: Ales Loprais, Petr Pokora, Khalid Alkendi

#502 InstaForex Loprais Team Tatra: Ales Loprais, Petr Pokora, Khalid Alkendi <span class="copyright">A.S.O. </span>
#502 InstaForex Loprais Team Tatra: Ales Loprais, Petr Pokora, Khalid Alkendi A.S.O.

A.S.O.

Dmitry Sotnikov, Team Kamaz Master

Dmitry Sotnikov, Team Kamaz Master <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Dmitry Sotnikov, Team Kamaz Master Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

#501 Team KAMAZ Master: Dmitry Sotnikov, Ruslan Akhmadeev, Ilgiz Akhmetzianov

#501 Team KAMAZ Master: Dmitry Sotnikov, Ruslan Akhmadeev, Ilgiz Akhmetzianov <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
#501 Team KAMAZ Master: Dmitry Sotnikov, Ruslan Akhmadeev, Ilgiz Akhmetzianov Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda

#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda <span class="copyright">A.S.O. </span>
#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda A.S.O.

A.S.O.

#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda

#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda <span class="copyright">A.S.O. </span>
#504 Big Shock Racing IVECO: Martin Macik, Frantisek Tomasek, David Svanda A.S.O.

A.S.O.

Potrebbe interessarti anche...