Dakar, incubo forature per Al-Attiyah: oggi altre 3!

Sergio Lillo

3 si dice essere il numero perfetto, ma di certo non la pensa così Nasser Al-Attiyah. Il pilota ufficiale del team Toyota Gazoo Racing è stato letteralmente bersagliato dalle forature nelle prime due tappe della Dakar.

Nella prima tappa, andata in scena ieri, il vincitore della Dakar 2019 è stato rallentato da 3 forature. Oggi la situazione si è ripetuta. Il qatariota ha dovuto fare i conti con altre tre forature, che hanno reso ancora più complicata il suo inizio gara.

"Oggi in un punto ci siamo persi, ma poi abbiamo avuto tre forature. Ma tutto ok, anche gli avversari hanno avuto problemi e siamo ancora in terza posizione nella classifica generale. Siamo in buona posizione".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Leggi anche:

Fotogallery: la seconda tappa della Dakar

"La macchina funziona molto bene, nessun problema. Eccetto le gomme. Ieri abbiamo avuto tre forature, oggi altre tre", ha affermato il 49enne del team Toyota.

Felice invece Giniel De Villiers, che oggi è riuscito a portare a casa il suo primo successo di tappa e a regalarlo a Toyota dopo la tripletta firmata da MINI nella giornata di ieri.

"Alla Dakar sappiamo che può succedere di tutto. Puoi avere un giorno pessimo, poi uno davvero eccellente. La cosa importante è limitare i problemi e i giorni non buoni, dunque anche le perdite di tempo. Oggi per noi questa è stata un'ottima giornata".

"Ci siamo fermati per aiutare ten Brinke, dandogli qualche gomma. Ma penso che per noi sia stato davvero un buon giorno. Alex Haro Bravo ha fatto davvero un ottimo lavoro nella navigazione, perché là fuori è davvero molto difficile e sbucano moto da tutte le parti. Ci si confonde rapidamente. Vedremo cosa ci porterà la giornata di domani".

Potrebbe interessarti anche...