Dakar, Moto, Tappa 7: Barreda eguaglia Hubert Auriol, me è lutto

Matteo Nugnes

Dopo che si è consumato il dramma della morte di Paulo Goncalves, fa quasi strano parlare della gara, ma la Dakar ci ha abituati a non fermarsi davanti alle tragedie e anche oggi infatti la settima tappa è proseguita dopo l'incidente del veterano portoghese.

Leggi anche:

Dramma alla Dakar: è morto il veterano Paulo Goncalves

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Alla fine dei 546 km previsti oggi, è arrivata la prima zampata di Joan Barreda. Il pilota della Honda sta piano piano trovando la forma fisica migliore dopo essersi presentato al via con una costola fratturata, ed oggi ha eguagliato i 24 successi di tappa alla Dakar di Hubert Auriol, portandosi ad un solo successo da Marc Coma, che occupa il terzo posto nella classifica all time.

Su un fondo sabbioso, e quindi più adatto alle sue caratteristiche, "Bang Bang" è stato secondo fino al km 214, alle spalle di un Kevin Benavides partito decisamente all'attacco, visto che non aveva più niente da perdere dopo la rottura del motore patita ieri.

Da lì in avanti però Barreda si è messo davanti ed ha mantenuto la leadership fino al traguardo, dove si è presentato davanti alle due KTM di Matthias Walkner e Luciano Benavides, staccate rispettivamente di 2'54" e 3'25".

In ottica della classifica generale, è stata però una giornata importante anche per Ricky Brabec: il leader della corsa è riuscito a chiudere quarto, a poco più di tre minuti. Nella generale quindi ha esteso a 24'48" il suo margine nei confronti di Pablo Quintanilla, oggi settimo con la sua Husqvarna, nonostante sia alle prese con un problema di tendinite ad una mano.

In terza posizione nella generale c'è il cileno José Cornejo, che viaggia con poco più di 27 minuti di ritardo, tallonato dal compagno di squadra Barreda, che ora è quarto a 29'29". La migliore delle KTM, dunque, al momento occupa la quinta posizione a 33'04" ed è quella di Walkner.

Tuttavia, bisognerà verificare la posizione di Toby Price: il vincitore della passata edizione si è infatti fermato a prestare soccorso a Goncalves, perdendo oltre un'ora e venti minuti rispetto ai primi. Al momento non si è ancora visto al traguardo, ma è praticamente certo che riceverà un abbuono da parte della direzione gara. E lo stesso discorso vale probabilmente per Stefan Svitko, pure lui attardato nello stesso tratto.

Per quanto riguarda gli italiani, il migliore è stato Jacopo Cerutti, che ha chiuso 19esimo a poco meno di 20 minuti. Peccato invece per il suo compagno Maurizio Gerini, che si era presentato 12esimo al km 483, ma poi ha chiuso solamente 31esimo a poco meno di 38 minuti. Nella generale quindi ora occupano il 20esimo ed il 21esimo posto.

Dakar 2020 - Top 10 Moto dopo la 7° Tappa

1

Ricky Brabec

Honda

28.25'01"

 

2

Pablo Quintanilla

Husqvarna

+24'48"

 

3

José Cornejo

Honda

+27'01"

+1'00"

4

Joan Barreda

Honda

+29'29"

 

5

Matthias Walkner

KTM

+33'04"

 

6

Luciano Benavides

KTM

+38'58"

 

7

Skyler Howes

Husqvarna

+1.15'02"

 

8

Franco Caimi

Yamaha

+1.15'31"

+5'00"

9

Adrien Metge

Sherco

+1.39'36"

+15'00"

10

Andrew Short

Husqvarna

+1.40'49"

+30'00"

Potrebbe interessarti anche...