Dakar: per moto e quad inizia la "Super Marathon" domani

Matteo Nugnes

Con la seconda tappa, la Dakar 2020 entrerà subito nel vivo per le moto ed i quad, per le quali si tratterà della prima parte della "Super Marathon".

Nel tragitto da Al Wajh a Neom, la carovana dovrà completare 393 km, 367 dei quali saranno cronometrati. Un percorso per lo più composto da tracce, quindi teoricamente accessibile per quasi tutti i concorrenti.

Tuttavia, si tratta di una tappa che può aiutare i piloti a farsi un'idea di cosa rende particolare la navigazione in terra saudita, dove sarà fondamentale trovare dei nuovi punti di riferimento per non arrendersi alla confusione che può essere generata dalla presenza di tante tracce sul suolo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Un suolo che non prevede la presenza di dune, ma che per la maggior parte sarà su terra e pietre, con solamente un 5% del percorso su sabbia.

Come detto, per moto e quad si tratterà della prima parte della "Super Marathon" e questo vuol dire che i piloti, una volta raggiunta la conclusione della speciale, avranno a disposizione solo 10 minuti per lavorare sui propri mezzi, che poi dovranno lasciare in parco chiuso fino alla partenza del giorno successivo.

La prima moto entrerà in prova speciale alle 7:45 locali, quindi quando in Italia saranno le 5:45, mentre il capofila delle auto inizierà il tratto cronometrato alle 9:20 (7:20 in Italia).

Potrebbe interessarti anche...