Dakar, Quad, Tappa 4: Casale colpisce ancora

Francesco Corghi
motorsport.com

Ieri si era preso una "pausa" e oggi è tornato a fare la voce grossa: Ignacio Casale si conferma in grandissima forma in questa Dakar 2020, dove per la terza volta si porta a casa una Tappa, andando ad allungare sui rivali nella classifica riservata ai Quad.

Non senza sudare, però, perché il cileno oggi ha vinto sì la "Neom - Al-'Ula" di 453km (più 219km di collegamento), ma a dargli filo da torcere sono stati soprattutto Giovanni Enrico - ieri Re della Tappa 3 - e Simon Vitse.

Il trio si è alternato a ripetizione al comando nei vari controlli orari del percorso, con il cileno che alla fine piazza il suo Yamaha primo con 1'24" di vantaggio sul suo connazionale Enrico e per 3'22" su Vitse, che ora precede in classifica generale rispettivamente per 21'03" e 30'50" (anche se il francese del team #JePeux2020-BBR Mercier Racing ha sempre una penalità di 4' a peggiorare la sua situazione).

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Chi invece è mancato ancora una volta all'appello è Rafał Sonik: dopo un buon inizio di gara, il polacco ha ciccato le Tappe degli ultimi giorni, accusando fin dalla partenza anche oggi ritardi piuttosto ingenti che gli fanno perdere il podio. Il veterano di Cracovia non è andato oltre il sesto crono e scivola quarto assoluto ad 8'01" da Vitse.

Un ottima figura, invece, la fa Manuel Andújar, con l'argentino del 7240 Team che prima viaggia a ritmi da terzo posto, per poi chiudere in Top5 mantenendola anche in classifica generale, seguito da Alexandre Giroud.

Al settimo posto c'è sempre Kamil Wisniewski (Orlen Team), pur penalizzato di 40', con dietro Italo Pedemonte, autore di una buona risalita quest'oggi.

Perde terreno Abdulmajed Aakhulaifi, protagonista fin dal via con il Quad Yamaha del Race World Team. L'idolo locale, migliore dei rookie, si è trovato in difficoltà dopo metà percorso, lasciando la leadership della medesima categoria ad Arkadiusz Lindner, che con l'unico Can-Am presente in gara è dodicesimo.

Aakhulaifi perde la Top10, che viene completata dalle "novità" Zdenek Tuma (Barth Racing Team) e Sébastien Souday (Team All Tracks).

Una foratura al km 92 rallenta Toni Vingut ( Visit Sant Antoni-Ibiza).

1

250

IGNACIO CASALE

CASALE RACING

19h 00' 47''

 

 

2

267

GIOVANNI ENRICO

ENRICO RACING TEAM

19h 21' 50''

+ 00h 21' 03''

 

3

265

SIMON VITSE

# JE PEUX 2020-BBR MERCIER RACING

19h 31' 37''

+ 00h 30' 50''

00h 04' 00''

4

251

RAFAL SONIK

SONIK TEAM

19h 39' 38''

+ 00h 38' 51''

 

5

255

MANUEL ANDUJAR

7240 TEAM

20h 41' 08''

+ 01h 40' 21''

00h 07' 00''

6

252

ALEXANDRE GIROUD

TEAM GIROUD

20h 58' 58''

+ 01h 58' 11''

 

7

257

KAMIL WISNIEWSKI

ORLEN TEAM

21h 39' 22''

+ 02h 38' 35''

00h 40' 00''

8

268

ITALO PEDEMONTE

ENRICO RACING TEAM

22h 24' 54''

+ 03h 24' 07''

00h 21' 00''

9

263

ZDENEK TUMA

BARTH RACING TEAM

23h 34' 54''

+ 04h 34' 07''

00h 40' 00''

10

262

SEBASTIEN SOUDAY

TEAM ALL TRACKS

24h 05' 00''

+ 05h 04' 13''

 

Potrebbe interessarti anche...