Dal 2021 a Milano sarà vietato fumare nei parchi, alle fermate di bus e negli stadi

Linda Varlese
·Editor, HuffPost Italy
·1 minuto per la lettura
Piazza del Duomo (Cathedral Square) at sunrise, Milan, Italy (Photo: © Marco Bottigelli via Getty Images)
Piazza del Duomo (Cathedral Square) at sunrise, Milan, Italy (Photo: © Marco Bottigelli via Getty Images)

Vietato fumare nei parchi, alle fermate di bus e negli stadi. A Milano, dal primo gennaio 2021, sarà messo al bando fumare all’aperto in determinate aree, come prevede la delibera che ha già avuto l’ok dalla giunta e che lunedì sarà esaminata durante il Consiglio comunale. Una proposta che fa storcere il naso a Gianluca Comazzi, consigliere comunale e capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. “Mentre a Milano i contagi salgono ogni giorno - sottolinea - l’economia è al collasso e il trasporto pubblico fa acqua da tutte le parti, l’assessore alla Mobilità ha annunciato oggi che a partire dal 1 gennaio 2021 ai milanesi sarà vietato fumare nei parchi, nelle fermate del tram e nei cimiteri. Sembra una barzelletta, ma è tristemente vero”.

“Anziché ampliare il numero di corse - prosegue Comazzi -. contingentare gli ingressi nelle stazioni della metropolitana, intensificare i controlli per evitare assembramenti dentro i convogli e sospendere Area C, il Comune di Milano si preoccupa dei mozziconi di sigaretta per terra e del fumo passivo da Marlboro Light. A questo punto ci chiediamo se l’assessore Granelli viva su Marte o su un altro pianeta a noi sconosciuto: a giudicare dalle sue priorità non deve mettere piede a Milano e in Lombardia da un po’ di tempo″.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.