Dal 7 maggio la Cina riapre le palestre al coperto

Adx
Askanews

Roma, 22 apr. (askanews) - L'ufficio comunale dello sport di Pechino ha annunciato martedì sera che riaprirà le strutture sportive e per il fitness all'aperto e al coperto in modo ordinato e sicuro mentre la capitale adotta misure di prevenzione e controllo del coronavirus per respingere i rischi di una ripresa dei casi COVID-19. Le strutture sono state riaperte in quattro fasi. Nella prima alcune aree esterne sono state parzialmente autorizzate a riaprire su prenotazione, tra cui atletica, ping-pong, badminton, tennis e così via. Successivamente sono state autorizzate altre attività sportive sempre utilizzando le massime misure di prevenzione: appuntamenti, registrazione, controlli della temperatura, mascherine e numero limitato. Dal 29 aprile al 6 maggio riapriranno alcune strutture al coperto, tra cui atletica, ping-pong, badminton e tennis. Mentre a partire dal 7 maggio, più strutture al coperto riaprirebbero offrendo attività sportive ad eccezione di judo, taekwondo, wrestling e boxe cinese. Mentre i casi di coronavirus all'estero continuano a salire e la Cina accelera la ripresa del lavoro, Pechino ha recentemente avuto due focolai familiari innescati da casi importati mentre altre province e città hanno visto focolai all'interno di famiglie e istituzioni mediche, che hanno tutti lanciato un avvertimento per le misure di prevenzione e controllo nella capitale. Le autorità locali di Pechino stanno incoraggiando i siti turistici locali a implementare un sistema di prenotazione online per l'acquisto di biglietti per i parchi, a sostenere l'uso del pagamento con codice a barre, la biglietteria elettronica e altri mezzi tecnici di servizio senza contatto per ridurre il contatto personale. I punti panoramici sono inoltre sollecitati a controllare i flussi turistici, che non devono superare il 30 percento del livello massimo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...