Dall'India ad Harvard, dall'NBA al Chelsea: conferme su Ranadivé, il magnate che vuole investire nel Milan

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Piovono conferme. Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, il magnate indiano ma ormai da tempo negli USA e attuale proprietario dei Sacramento Kings, Vivek Yeshwant Ranadivé, ha davvero intenzione di prendersi la palla a esagoni dopo quella a spicchi. Il tycoon nato a Mumbai il 7 ottobre del 1957 vuole entrare a due piedi nel mondo del calcio e vorrebbe farlo nel Milan, assieme al figlio, confidando e sperando di poter al più presto investire i propri capitali nel club rossonero in aiuto di RedBird.

IL CHELSEA, I KINGS IN NBA E IL 'SELF MADE MAN' - Dopo aver provato senza successo a subentrare a Roman Abramovic e ad acquistare il Chelsea, ha intrapreso una serie di colloqui con Gerry Cardinale, che nelle ultime settimane si è dato da fare negli Usa per cercare investitori: proprietario dei Kings, franchigia Nba acquistata nel 2013 per 534 milioni di dollari e portata a una valutazione attuale di 2,06 miliardi di dollari secondo Sportico, Ranadivé "si è fatto da solo".

DALL'INDIA AD HARVARD... AL MILAN! - 65 anni, ha studiato ad Harvard e negli ultimi anni si è buttato nel settore sportivo: nel 2010 è stato co-proprietario dei Golden State Warriors e nel 2013 ha ceduto la sua quota per comprare i Sacramento Kings, rivalutandoli finanziariamente ma non dal punto di vista sportivo. Grande studioso e appassionato di sport, orgoglioso delle origini indiane, potrebbe garantire nuova linfa e importanti investimenti al gruppo che si è aggiudicato il club rossonero, aiutando anche per quanto riguarda il budget da immettere sul mercato. Nelle prossime settimane potrebbero arrivare importanti novità in merito.

CHI E' RANADIVE' - Trapiantato da tempo negli Stati Uniti, paese di cui ha acquisito la cittadinanza, ha studiato alla Bombay international school: nipote dei leader del Partito comunista indiano Balkrishna Trimbak Ranadive, negli anni '70 completa i suoi studi con un master in ingegneria elettronica all'Mit e un master alla business school di Harvard nel 1983. Nel mentre fonda la sua prima azienda, attiva nel campo dell'assistenza tecnica per sistemi operativi informatici, prima di lavorare alla Ford e alla Fortune Systems. Nel 1985 la fondazione della Teknekron Software Systems, che conduce fino al 1997, quando crea la Tibco Software, potendo contare su finanziamenti da due colossi come Cisco e Reuters. Nel 2016 crea il fondo Bow Capital, che investe in startup ai loro primi passi, e diventa la prima persona di origine indiana a possedere una squadra della lega di basket più famosa al mondo. Innovazione e capitali.

@AleDigio89

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli