Damsgaard show in Danimarca: l'Inter osserva

FA
·2 minuto per la lettura

La Serie A è stata solo il primo passo: Mikkel Damsgaard conquista anche la Danimarca. Seconda presenza in nazionale maggiore per l'esterno offensivo della Sampdoria, la prima in una competizione ufficiale, e subito i primi gol. Due per l'esattezza contro la Moldavia, le reti del momentaneo 2-0 e 3-0, sfruttando l'asse tutta 'italiana' con Skov Olsen: prima cross dalla destra dell'ala del Bologna e taglio ad anticipare il difensore, poi sfrutta bene il passaggio del compagno per freddare il portiere moldavo da distanza ravvicinata. E per completare l'opera, due assist a Dolberg (cross dalla sinistra e colpo di testa) e Skov (passaggio smarcante in area) per sesto e settimo gol. L'avversario non era certo irresistibile (il match si conclude 8-0), ma si trattava comunque di una gara di qualificazione ai Mondiali e della prima ufficiale per un ragazzo che compirà 21 anni a luglio: Damsgaard l'ha onorata al meglio strappando applausi a scena aperta e mostrando ancora una volta perché su di lui abbiano messo gli occhi diverse big, su tutte l'Inter.

L'INTER C'E' - Un interesse non nuovo e che parte da lontano quello dei nerazzurri, convinti dai report netti degli scout inviati al seguito del danese: "Uno da prendere" il giudizio tranciante, che ha spinto Marotta e Ausilio ad avviare i primi discorsi con la Samp già a dicembre. Non una trattativa vera e propria, complice anche il momento societario vissuto dall'Inter, ma la consapevolezza che gli ottimi rapporti con i blucerchiati potrebbero non bastare: il prezzo, complice un contratto lungo (scadenza 2024), continua a salire e già ora supera i 20 milioni di euro; con il prezzo aumenta anche la concorrenza, soprattutto in Premier League dove diversi club hanno messo gli occhi sul gioiellino Jyllinge. E la doppietta in una vetrina prestigiosa come quella offerta dalla nazionale danese, non fa che alimentare l'interesse delle big: tutti pazzi per Damsgaard, l'Inter è in prima fila.