Davis, Nadal polemico: "Non si può giocare alle due di notte"

Adx

Roma, 21 nov. (askanews) - Le ore piccole della nuova coppa Davis proprio non vanno giù. Rafa Nadal si sfoga così: "Si comincia l'ultimo match all'una meno un quarto di notte. Questo rende le cose difficili sia per noi sia per il pubblico, che la mattina dopo va a lavorare. Noi giocatori, che finiamo alle 2 del mattino, non riusciamo a dormire prima delle 4,30 del mattino, con tutta l'adrenalina che abbiamo in corpo: e il giorno dopo si gioca ancora". Per Nadal non c'è spazio per due coppe del Mondo in un mese nel nostro calendario: "Non vedo altre soluzioni che unificare Coppa Davis e Atp Cup - continua - E' importante che Atp (che gestisce il circuito professionale) e Itf (che gestisce la coppa Davis anche se ha lasciato l'organizzazione alla società spagnola Kosmos) uniscano le forze, sapendo che una grande impresa come Kosmos è pronta a lavorare sodo per alzare il livello della competizione. Quindi, se volete sapere la mia opinione, non c'è che questa soluzione: avere un'unica, grande competizione, non importa se si chiamerà Atp, Itf, Kosmos, coppa Davis o coppa del Mondo. Anche se penso che coppa Davis sarebbe il nome più giusto, perché fa parte della nostra storia".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...