De Laurentiis: "Basta africani". La risposta dell'ex Koulibaly

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
De Laurentiis:
De Laurentiis: "Basta africani". La risposta dell'ex Koulibaly (Photo by Ettore Griffoni/LiveMedia/NurPhoto via Getty Images)

L'ex difensore del Napoli Kalidou Koulibaly risponde al presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis che, in diretta durante la trasmissione Smart Talk, aveva affermato: "Basta africani, se non rinunciano a giocare la Coppa d'Africa. Noi paghiamo gli stipendi per mandarli in giro a giocare per gli altri".

Il calciatore appena approdato al Chelsea dopo otto stagioni all'ombra del Vesuvio, ha replicato: "Io do e chiedo rispetto per tutte le nazionalità. Come capitano del Senegal, penso non sia giusto parlare così di una nazionale africana. Rispetto quello che pensa (De Laurentiis, ndr), se crede che la squadra possa giocare senza africani è un suo diritto. Ma sono sicuro che al Napoli ci sono tante persone che non la pensano come lui. Ho grande rispetto per la città e per i tifosi e non penso che quello che ha detto De Laurentiis sia quello che pensi la città di Napoli, ma sia solo un'opinione".

VIDEO - Koulibaly, baci e abbracci per una persona speciale, ecco di chi si tratta

Koulibaly ha poi parlato della Premier League e della nuova avventura che lo aspetta. "È vero che è da molto tempo che la Premier League mi voleva. Credo in Dio e in queste cose, il momento era adesso. Forse prima nessuno era pronto e il Napoli non voleva che venissi. Non sono un giocatore a cui piace combattere con il proprio club per andarsene. Ho molto rispetto per il proprietario e per i tifosi ma credo che questa volta fosse il momento giusto per lasciare il Napoli".

Sulla scelta del Chelsea ha aggiunto: "E' stato l'unico club che voleva davvero che venissi. Abbiamo avuto il primo contatto nel 2016 quando Antonio Conte è venuto qui e voleva che venissi. Non è successo, ma sono sempre stato legato al Chelsea e questa volta le stelle erano ben allineate. Sono molto felice di essere qua. Sono pronto a dare tutto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli