Demiral: "Dai consigli di Buffon ai discorsi con Ronaldo e Dybala, fino all'Europeo: dico tutto"

Il difensore della Juventus Merih Demiral, ha parlato all'agenzia Anadolu raccontando le sue sensazioni in vista degli Europei e non solo. Il centrale classe '98 ha parlato anche della sua esperienza alla Juventus.

Turchia?

"Siamo giocatori che amano la pressione, giochiamo nei migliori campionati e nelle migliori squadre. La pressione ci fa bene, c'è una competizione dolce tra di noi. Tutti giocano l'uno per l'altro nella nostra squadra. E l'Europeo è bellissimo, avremo successo".

La partita dell'11 giugno contro l'Italia?

"Cercherò di fare del mio meglio. Sarà speciale giocare in Italia contro l'Italia. Si scherza nello spogliatoio. Bonucci e Chiellini mi prendono in giro, io li ho stuzzicati un po'. Chiellini mi ha detto: 'Come sta Yilmaz?'. Loro usano i cognomi... ci guardano, hanno bei ricordi della nostra squadra e conoscono i nostri calciatori. E' bello avere una gara così. E sono molto legato a Buffon: Senol ha mandato la sua maglia al 'maestro', è una persona speciale, molto modesta. Mi ha sempre sostenuto".

Merih Demiral e Andrea Pirlo | ISABELLA BONOTTO/Getty Images
Merih Demiral e Andrea Pirlo | ISABELLA BONOTTO/Getty Images

La Juve?

"Chiellini ha 37 anni, ma vedere quell'intensità in allenamento mi impressiona molto. Buffon si allena ancora tanto a 42 anni. Per me è molto importante che giocatori come Dybala e Ronaldo dicano di fare qualcosa in allenamento, anche quando non gioco. L'esperienza è grande".

Ronaldo?

"Vuole imparare il turco ogni giorno! Ma anche Dybala e gli altri compagni di squadra. Sto imparando lo spagnolo, me lo insegnano. Il feeling è bello".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità della Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli