Destino maledetto per il baby fenomeno del tennis azzurro: orfano a 14 anni

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
INDIAN WELLS, CA - MARCH 14:  The shadow of Tim Henman of Great Britain as he serves to Jurgen Melzer of Austria during the Pacific Life Open at the Indian Wells Tennis Garden on March 14, 2005 in Indian Wells, California.  Henman won the match 7-5, 6-4.
INDIAN WELLS, CA - MARCH 14: The shadow of Tim Henman of Great Britain as he serves to Jurgen Melzer of Austria during the Pacific Life Open at the Indian Wells Tennis Garden on March 14, 2005 in Indian Wells, California. Henman won the match 7-5, 6-4.

Il destino a volte è crudele, ma quanto successo al baby fenomeno del tennis italiano Yannick Ngantcha ha dell'incredibile. Dopo aver perso la madre a due anni fa, il 14enne è rimasto orfano a causa della morte del padre.

Ngantcha, he in passato si era pure allenato con Jannik Sinner, ha infatti perso anche il padre Jean Jacques Ngantcha, morto dopo una breve ma letale malattia. Ad annunciarlo è stata la Federtennis Umbria. 

"Siamo profondamente addolorati, scioccati e disorientati nello scrivere queste poche righe. Purtroppo è venuto a mancare Jean Jacques Ngantcha, padre dei nostri giovani talenti Yannick e Ayline. Una notizia terribile che sta provocando un dolore straziante in tutti noi, in tutto il movimento tennistico umbro. Jean è deceduto a Perugia, dopo una breve e maledetta malattia" si legge nel comunicato. 

Yannick ha una sorella, la 17enne Ayline anche lei promessa del tennis. I due saranno presi sotto l'ala protettrice della FIT: "Il Presidente della FIT Umbria, il Consiglio Direttivo, il nostro tennis regionale si stringono fortemente ai due ragazzi e a tutta la famiglia in questa drammatica giornata. Adesso vai a riposare in cielo Jean... e sorveglia dall’alto i tuoi figli insieme a Maria Vicenta. Da oggi Yannick e Ayline avranno due Angeli che li sapranno orientare e aiutare nel loro cammino. Quaggiù ci penseremo noi a loro due".

VIDEO - Sinner e Musetti alla Coppa Davis, ecco i discorsi dei giovani tennisti ripresi da Fognini

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli