Di Canio: "Rabiot giraffone moscione. Ronaldo in barriera? Fa gli addominali e poi si chiude come uno Startac"

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Paolo Di Canio all'attacco. L'ex calciatore non usa mezzi termini e non le manda a dire per criticare duramente alcuni giocatori della Juventus ma anche il club bianconero, alle prese con una stagione complicata.

Di Canio ha parlato dell'annata della Juve di Pirlo: "State dicendo due cose giuste, ma gravissime. Approcci spesso sbagliati e scarsa identità, non va bene. I 13 punti di distacco dall'Inter non sono solo i 13 punti, ma come stanno arrivando. Con non prestazioni. La Juve è soddisfatta? Solo per capire, trova qualcosa di positivo?".

Adrien Rabiot | VINCENZO PINTO/Getty Images
Adrien Rabiot | VINCENZO PINTO/Getty Images

Di Canio ha attaccato Rabiot: "Però vado al manicomio. L'anno scorso sentivo parlare di Rabiot come tecnico, forte e poi... Se Lukaku è il panterone moscione per me, lui è il giraffone moscione. E' un metro e 91 perde i contrasti con giocatori di un metro e 28".

Infine una stoccata a Ronaldo: "Ronaldo in barriera contro il Parma? Mi aveva deluso contro il Porto, questa è ancora peggio. Dopo il Porto si era messo di nuovo in posa con gli addominali, poi su quella barriera si chiude come uno Startac per non prendere una pallonata. Da piccoli tutti abbiamo giocato per tornare a casa con occhi neri e ginocchia sbucciate, per me è un grandissimo atleta e campione, ma qui non si può vedere dai. Poi un'altra cosa, metti il coccodrillo e non salti. Ma se la prima volta si toglie, la seconda ce lo rimetti?".

Segui 90min su Instagram.