Diaz: "Milan, per te darò tutto. La numero 10? Maglia unica e pesante"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La trattativa tra il Milan e il Real Madrid per riportare in rossonero Brahim Diaz si è prolungata più del previsto, ma alla fine si è chiusa positivamente per il trequartista spagnolo che ora è pronto alla sua seconda stagione in Italia. E il nuovo numero 10 milanista, ai canali ufficiali del club rossonero, ha parlato del suo ritorno a Milano.

Brahim Diaz | Pier Marco Tacca/Getty Images
Brahim Diaz | Pier Marco Tacca/Getty Images

"Sono molto felice di essere di nuovo qui, in questo grande club che è il Milan. Sono contento per quanto fatto durante l'anno passato ma ora bisogna tornare a dare il massimo per la nuova stagione - le parole di Brahim Diaz riportate da calciomercato.com -. Questi colori meritano che io dia il 100%, ed è quello che farò. L'Europeo Under 21 è stato un'esperienza splendida, mi sono trovato molto bene con i miei compagni, abbiamo disputato un ottimo torneo e credo meritassimo di più, ma va bene così. E' stata un'esperienza in più e positiva, ma ora bisogna guardare al futuro perché ci saranno ancora tante esperienze da vivere. Il primo gol con la nazionale spagnola è stato uno dei momenti più felici della mia carriera, anche se ho vissuto parecchi giorni indimenticabili o momenti unici. Le circostanze hanno permesso a molti giocatori di esordire contro la Lituania, segnare al debutto è stato bellissimo e mi ha reso super contento. Ma ho vissuto anche splendidi momenti nell'anno passato al Milan".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Sulla scelta di prendere la numero 10: "Il 21 è un numero che mi è sempre piaciuto, ma mi piace molto anche il 10: è un numero unico nella storia del Milan, so che è pesante e richiede grande responsabilità, per il valore che ha per i colori rossoneri. Darò il massimo per i tifosi e sarò all'altezza di questo grande club. Sento di poterlo fare, amo questo club: voglio dare il massimo e prenderò il numero 10, mi piace tanto e ha un'importanza unica, mi dà motivazioni e sensazioni mai provate. Mostrerò il mio talento e darò fino all'ultima goccia di sangue per disputare una grande stagione. Lo scorso anno sono stato benissimo, mi sono divertito e ho colto la grandezza del club. Quest'anno speriamo di fare molto meglio, anche se l'anno scorso è stato molto positivo. Ora c'è un'altra stagione e il Milan merita che il gruppo sia all'altezza. Siamo pronti per conquistare grandi traguardi. L'unione del gruppo? Merito di mister Pioli, così come tutto quello che abbiamo ottenuto. Siamo un gruppo ottimo, con esperienza e giovani. Mi ha insegnato tanto, ci ha fatto fare una stagione positiva ma ora bisogna crescere. Con Ancelotti ho parlato del Milan, ha il cuore rossonero e ama il club. Mi ha detto di dare il massimo per una società così grande ed era contento del mio ritorno qui, abbiamo trascorso belle giornate parlando del Milan. Non vedo l'ora che la gente torni allo stadio, per me è stata un'esperienza unica vedere i tifosi l'anno scorso, ci hanno spinto a dare di più. Il Milan ha tifosi in tutto il mondo e sono incredibili, un piacere avere il loro supporto" ha concluso.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli