Diritti tv Serie A, Sky ha presentato ricorso d'urgenza contro Dazn: 'Violata la Legge Melandri'

·1 minuto per la lettura

Il capitolo dell'assegnazione dei diritti tv per il triennio 2021-24 della Serie A è ancora tutt'altro che chiuso. E se domani l'Assemblea di Lega dovrebbe riunirsi per iniziare ad assegnare il pacchetto con le 3 gare rimaste escluse dal primo pacchetto, la battaglia legale per rivedere l'assegnazione data a Dazn è appena iniziata.

Secondo quanto riportato da Milano e Finanza Sky ha presentato un ricorso d'urgenza in tribunale contro la delibera con cui la Lega Serie A ha approvato l'offerta da 840 milioni di Dazn. L'azienda di Rogoredo sostiene che l'assegnazione violi la cosiddetta no single buyer rule stabilita dalla Legge Melandri che vieta a un singolo operatore "di acquisire in esclusiva tutti i pacchetti relativi alle dirette".