Djokovic no vax, Panatta: "Mi ricorda il Marchese del Grillo"

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Adriano Panatta
    Ex tennista italiano
  • Novak Đoković
    Novak Đoković
    Tennista serbo

"Djokovic deve dire perché non si può vaccinare. Se gli organizzatori non chiariscono bene i motivi dell'esenzione allora mi ricorda il Marchese del Grillo: "Io so io e voi non siete un c…". Così Adriano Panatta a Radio Capital parla dell'esenzione concessa a Novak Djokovic per partecipare agli Australian Open. "Se è allergico al vaccino non c'è niente di male, lo dica e venga spiegato", ha aggiunto Panatta. "Credo che se si partecipa ad un torneo si accettano le regole oppure ci si rifiuta dicendo 'io non vado perché non sono d'accordo'. Io feci il boicottaggio a Wimbledon... ma erano altre motivazioni. Questo è un caso diverso, c'è un problema sanitario, la vita negli spogliatoi diventa un po' promiscua, ma non si può scegliere contro chi giocare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli