Donnarumma, la Juve sfiorata dopo il Milan e Navas: al PSG c'è imbarazzo, Pochettino non ha ancora scelto il titolare

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Finalmente l'esordio? Sì, domani pomeriggio alle 17, quando il Paris Saint Germain tornerà in campo dopo la sosta affrontando in casa il Clermont, Gianluigi Donnarumma potrebbe finalmente fare il suo esordio da titolare con la maglia del club parigino per cui, ad inizio estate e dopo un Europeo da protagonista assoluto, ha scelto di lasciare il Milan a parametro zero. Finora, infatti, Mauricio Pochettino ha sempre utilizzato Keylor Navas come titolare giustificando la scelta con il ritardo di condizione dell'azzurro, ma ora che i due sono alla pari a Parigi c'è un forte imbarazzo in vista del proseguo della stagione.

Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati

LA SCLETA DEL POCH - Donnarumma con il Clermont dovrebbe partire da titolare per una semplice ragione logistica. Lui è infatti già tornato in ritiro dopo le partite giocate con l'Italia, mentre Navas farà ritorno soltanto oggi dopo le gare con il Costa Rica. Se per questa gara non c'è discussione, la scelta più importante per Pochettino e per i due portieri sarà rimandata però soltanto di tre giorni perché mercoledì sera alle 21 il PSG affronterà il Bruges nell'esordio di Champions League e lì le gerarchie dovranno essere definite affinché a Parigi non si agitino ancor di più le acque mosse attorno ai due.

LA JUVE SFIORATA - All'interno dei corridoi del Parco dei Principi le voci si rincorrono e parlano tutte di un Navas infastidito dall'acquisto di Donnarumma e dal lavoro già cambiato dello staff dei portieri. Al contrario Gigio continua a sorridere anche se già in sede di trattativa gli era stato preannunciato che probabilmente non sarebbe partito fra i titolari. E allora ripensando alle parole del ds della Juve, Federico Cherubini che nel negare l'interesse per Gigio lo ha di fatto confermato: "Non era prioritario creare una situazione simile a quella che c'è oggi al PSG" quanti rimpianti ci potranno essere nel presente dell'ex-Milan? L'imbarazzo nella scelta di Parigi potrebbe rivelarsi un boomerang.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli