Dopo il logo, l'Inter pensa al nuovo inno: in pole Max Pezzali e Cecchetto

Chiara Manetti
·1 minuto per la lettura

In casa dell’Inter non si pensa solo al mercato. C’è aria di cambiamento, messa in moto dai rinnovamenti degli ultimi tempi. Basti pensare alla creazione del nuovo logo, del claim che lo accompagna e che recita: “Inter Milano”. Con lo scudetto ormai conquistato a meno di cataclismi epocali, la prossima fermata per rimanere al passo con i tempi è l’inno. Infatti, la vittoria del campionato porterà con sé la nuova canzone ufficiale del club.

“Pazza Inter” risuonava al Meazza fin dagli inizi degli anni 2000. Poi è sparita definitivamente dalle partite casalinghe dei nerazzurri dalla stagione 2019-2020, per volere della nuova proprietà. Zhang e Antonio Conte, poche settimane prima, avevano scherzato sulla pazzia dell’Inter. “Not crazy, no more” avevano detto. Dunque era rimasto solo l’inno di Elio, “C’è solo l’Inter”, diffuso però in forma ridotta. Adesso quindi verrà mandata in pensione pure quella canzone sulla scia della rivoluzione della proprietà.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, l’Inter vuole altro, anche in ambito musicale. Diversi cantanti e cantautori sono stati contattati per scrivere il nuovo inno nerazzurro: tante sono le tracce arrivate nella sede del club. Tra queste c’è il brano di Giuseppe Povia, grande tifoso nerazzurro. In vantaggio, però, ci sarebbe la canzone scritta da Max Pezzali e dal produttore discografico Claudio Cecchetto. A cantarla, inoltre, c’è proprio lo speaker ufficiale dell’Inter a San Siro, Mirko Mengozzi. A oggi non abbiamo una data del lancio, ma dovrebbe essere vicina. È probabile che la proprietà non voglia aspettare il prossimo anno per lanciare il nuovo inno. Potremmo già sentirlo alla fine di questo campionato.