Dovbyk eroe a sorpresa, l'Ucraina vola a Roma per i quarti: 2-1, fuori la Svezia

·2 minuto per la lettura

Dopo il successo dell'Inghilterra sulla Germania si decide la sfidante dei Tre Leoni ai quarti di Euro 2020, Ucraina e Svezia danno vita a una sfida combattuta e decisa proprio sul finire dei supplementari, quando i rigori sembravano ormai una certezza.

BOTTA E RISPOSTA - L'Ucraina di Shevchenko affronta gli ottavi con una formazione diversa, lasciando peraltro fuori a sorpresa Malinovskyi, con la speranza di rispondere alle critiche ricevute. Un atteggiamento che paga, dopo un avvio con la Svezia più proiettata in avanti, e che vede gli ucraini trovare la via del vantaggio poco prima della mezzora. A segnare è Zinchenko con un sinistro al volo su assist di Yarmolenko, un gol seguito da un'esultanza polemica proprio rispetto alle critiche ricevute. Sul finire del primo tempo la Svezia torna a farsi viva in avanti, Isak appoggia fuori area per Forsberg che beffa Bushchan con la complicità di una deviazione di Zabarnyi. Primo temo che si chiude sull'1-1.

L'esultanza rabbiosa di Zinchenko | Ian MacNicol/Getty Images
L'esultanza rabbiosa di Zinchenko | Ian MacNicol/Getty Images

PALI A RIPETIZIONE - La ripresa regala più occasioni e ribaltamenti di fronte, con un legno per parte tra il 55' e il 56' con Sydorchuk e con Forsberg, vicinissimo alla doppietta. La Svezia colleziona poi le più grandi opportunità per passare in vantaggio ma non le sfrutta, lo stesso Forsberg dal canto proprio semina il panico tra i difensori ucraini e fa partire un gran destro che si stampa sulla traversa, a pochi minuti da una buona conclusione di Kulusevski respinta da Bushchan. Il finale dei tempi regolamentari vede due squadre più prudenti e i supplementari sono la logica conseguenza.

Forsberg, tra i più pericolosi | Robert Perry - Pool/Getty Images
Forsberg, tra i più pericolosi | Robert Perry - Pool/Getty Images

IN EXTREMIS - I supplementari regalano il primo colpo di scena con l'espulsione diretta ai danni di Danielson per un'entrata tremenda su Besedin, decisione maturata da Orsato con l'ausilio del VAR e Svezia in dieci.

Dovbyk | Petr Josek - Pool/Getty Images
Dovbyk | Petr Josek - Pool/Getty Images

Di fatto la sfida sembra scorrere verso i rigori tra falli e interruzioni continue, con giocatori comprensibilmente stanchi e tanta paura che prevale sull'intraprendenza, ma Dovbik si erge a eroe per l'Ucraina e sfrutta al meglio l'assist di Zinchenko nel recupero dei supplementari, firmando il gol del successo. Ai quarti di finale, all'Olimpico, sarà dunque Inghilterra-Ucraina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli