Dove può arrivare il Napoli dopo la vittoria contro il Milan? Cosa possiamo aspettarci per il futuro?

Francesco Giagnorio
·3 minuto per la lettura

Dopo il successo di San Siro contro il Milan, gli azzurri si rilanciano pesantemente nella corsa alla Champions League. Il Napoli vincendo domenica sera ha raggiunto la Roma al quinto posto a 50 punti ed è a 6 punti dal Milan secondo. Anche le distanze con l'Atalanta (quarta a 52 punti) e Juventus (terza a 55 punti) non sono difficili da colmare. Va inoltre ricordato che deve essere giocato il recupero di Juve-Napoli, che potrebbe rivelarsi fondamentale per entrambe.

Gattuso sta recuperando tutti i giocatori e viene da quattro risultati utili consecutivi, tre vittorie e il pareggio rocambolesco di Sassuolo avvenuto nei minuti finali. L'obiettivo del mister e dei suoi ragazzi è tenere viva la striscia di risultati positivi, cercando di tenere quella continuità che finora è mancata ai Partenopei.

Fondamentale sarà il prossimo mese, dal 21 marzo al 21 aprile il Napoli incontrerà tutte le dirette concorrenti, a partire dalla Roma domenica, per poi recuperare la gara con la Juve e ospitare al Diego Armando Maradona di Napoli Inter e Lazio. Nel mentre sfiderà anche Sampdoria e Crotone.

Gattuso, allenatore del Napoli | Emilio Andreoli/Getty Images
Gattuso, allenatore del Napoli | Emilio Andreoli/Getty Images

Insomma la stagione altalenante del Napoli è ancora tutta da decidere. Gli stimoli non mancano, soprattutto dopo l'ultimo risultato positivo che ha portato punti e morale. Il ritorno in Champions dopo una stagione di assenza è un obiettivo concreto e Mister Gattuso proverà in tutti i modi a salvare la sua panchina, per quanto ciò appaia difficile visto lo strappo con il presidente De Laurentiis, sempre più orientato al cambio di guida.

Difficile ad oggi determinare la posizione finale del Napoli vista la classifica corta e il livello tecnico delle inseguitrici. La sensazione è che vedremo un campionato incerto fino alla fine, probabilmente deciso nelle ultime giornate. Ciò che serve al Napoli, recuperati i migliori dagli infortuni, è la continuità dei risultati: come si evince da quanto visto fin ora in Serie A basta sbagliare una partita per finire sotto in classifica, e allo stesso modo basta una vittoria per salire di diverse posizioni.

Sicuramente il livello della rosa del Napoli è alto e non ha nulla da invidiare alle concorrenti, occorre dunque oltre alla giusta preparazione fisica anche la mentalità giusta per affrontare questo acceso finale di campionato che potrebbe regalarci un sacco di sorprese. In ogni caso, il Napoli sa bene che un altro anno di assenza dalla Champions, vista l'uscita prematura dalle coppe, renderebbe questa stagione fallimentare.

L'esultanza dei giocatori del Napoli contro il Milan | BSR Agency/Getty Images
L'esultanza dei giocatori del Napoli contro il Milan | BSR Agency/Getty Images

Alla luce di quanto visto finora, se determinare la posizione finale del Napoli è difficile, lo è ancor più fare previsioni sul futuro. Ad oggi l'unica certezza è l'acquisto di Zaccagni dal Verona per la prossima stagione. Con molta probabilità ci saranno una o più cessioni eccellenti e ci sarà un cambio di guida tecnica, che lascia molti dubbi sul futuro vista la diversità di stili di gioco tra i vari nomi accostati alla panchina azzurra. Dal nuovo allenatore dipenderà anche il mercato degli azzurri, che in ogni caso con molta probabilità cercheranno di sistemare la difesa, apparsa in difficoltà in questa stagione.

Staremo a vedere cosa riserveranno al Napoli questo finale di campionato e la prossima sessione di mercato. La sensazione è che questo Napoli, visto l'andamento stagionale, ci riserverà sorprese in entrambi gli ambiti, e noi non vediamo l'ora di saperne di più.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Napoli e della Serie A.