DTM 2020, aumenta l'utilizzo di Push-To-Pass e DRS

Francesco Corghi

Nel 2020 il DTM potrebbe introdurre alcuni miglioramenti al regolamento per consentire un incremento dei sorpassi e delle bagarre in pista mediante i sistemi Push-To-Pass e DRS.

Questo è ciò che ha raccolto Motorsport.com, con ITR che avrebbe pronto il cambiamento alla normativa che riguarda l'aumento del flusso di carburante, portando la potenza da 30CV a 60CV (per 5" totali) da utilizzare ben 24 volte nell'arco della gara, anziché 12 come accadeva nel 2019. C'è quindi un raddoppio del vantaggio, ma non un rischio di affidabilità per i motori, dato che le Case coinvolte hanno trovato l'accordo sul sistema per non mettere a rischio le proprie unità (problema che aveva incontrato Audi nella passata stagione).

Anche per il DRS si è pensato di lasciare più libertà ai piloti, concedendogli di azionare l'ala mobile indipendentemente dal divario che si ha dalla vettura che sta davanti, ma con numero limitato di utilizzo da stabilire a seconda del tracciato e delle relative caratteristiche, in modo da averne di più su quelli dove i sorpassi sulla carta sono meno facilitati.

Tutte le novità sono state già provate nei test di Jerez un paio di settimane fa e verranno riproposte anche in quelli pre-stagione a Monza in marzo; nel frattempo i rappresentanti di Audi e BMW hanno comunque già votato a favore del regolamento, mentre Aston Martin/R-Motorsport non ha il diritto di esprimere la propria opinione.

Informazioni aggiuntive di Sven Haidinger

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...