Dubai, modelle ucraine espulse dopo shooting di nudo

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(AP Photo/Kamran Jebreili)
(AP Photo/Kamran Jebreili)

Un servizio fotografico di nudo realizzato su un balcone di un grattacielo di Dubai: è questo il motivo per cui 11 modelle ucraine e un fotografo russo sono stati espulsi verso il Paese di origine. Le immagini e i video dello shooting erano poi circolati online, ma senza essere conformi alle regole ferree degli Emirati Arabi Uniti, dove la nudità e altri “comportamenti osceni” possono portare a pene fino a sei mesi di prigione e multe da 5.000 dirham (circa 1.200euro).

LEGGI ANCHE: In manette le modelle che si sono mostrate senza vestiti sul balcone

Il servizio fotografico delle modelle, inoltre, è stato organizzato proprio pochi giorni prima del Ramadan, momento più sacro del calendario musulmano, e contemporaneamente alla visita ufficiale del presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Doha, in Qatar.

VIDEO - Dubai, città dell'oro

"Il pubblico ministero ha ordinato l'espulsione degli imputati per il loro comportamento contrario alla morale pubblica", ha fatto sapere il procuratore generale di Dubai, Issam Issa al-Humaidan, sottolineando che il gruppo di donne è stato accusato di aver violato la legge sulla decenza pubblica del Paese.

VIDEO - Il boom del cibo a domicilio a Dubai