I dubbi di Dalot: "Anno fantastico al Milan ma non so cosa succederà"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Terminato il prestito al Milan di quest'ultima stagione, Diogo Dalot farà ritorno al Manchester United ma non è da escludere che possa fare ritorno in rossonero il prossimo anno. Nel frattempo il portoghese si è congedato dall'Italia rilasciando un'intervista a La Gazzetta dello Sport.

Diogo Dalot | Jonathan Moscrop/Getty Images
Diogo Dalot | Jonathan Moscrop/Getty Images

ANNATA POSITIVA - "Gli italiani adorano il calcio, ne parlano sempre e essere parte di questa cultura è stata un’esperienza fantastica. E sul campo sento di essere migliorato molto tatticamente. Alcuni aspetti difensivi li ho imparati qui ed è stato fantastico sviluppare anche tante altre qualità. Tutto molto utile, ho imparato molti concetti nuovi".

PIOLI - "Mi ha insegnato che la squadra deve essere concentrata per tutti i novanta minuti e consapevole di ogni singolo aspetto della partita, di ciò che sta succedendo. E la convinzione che tutto quello che prepari in allenamento lo ritroverai in partita, che andrà esattamente così. Il nostro obiettivo fin dall’inizio era la Champions. Vero che a un certo punto abbiamo pensato pure allo scudetto, ma l’importante era entrare in Champions. E siamo molto felici di esserci riusciti. La cosa peggiore della stagione? Giocare senza tifosi. Prima del derby e prima dell’Atalanta, a Milanello abbiamo avuto un assaggio di quel che ci possono dare. San Siro pieno è una cosa dell’altro mondo".

FUTURO - "Ho passato un anno fantastico e ho incontrato bellissima gente. È stato un vero piacere giocare nel Milan ma ora penso all’Europeo e davvero non so cosa succederà".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli