Dubbi di Kane sul Tottenham, vuole la Champions: la posizione degli Spurs e le pretendenti

Niccolò Mariotto
·2 minuto per la lettura

Esclusiva - Settimane decisive per il futuro di Harry Kane. L'attaccante inglese è legato contrattualmente agli Spurs fino al 2024 ma nonostante questo il suo futuro nel club londinese sarebbe in discussione per via delle tante e continue voci di mercato che circolano sul suo conto.

Harry Kane, Tottenham | Chloe Knott - Danehouse/Getty Images
Harry Kane, Tottenham | Chloe Knott - Danehouse/Getty Images

Dal Manchester United al Paris Saint-Germain passando per Real Madrid e Manchester City, sono diversi i club che hanno messo gli occhi sul classe '93 e che sognano di metter mano su di lui per rinforzare i rispettivi attacchi con un giocatore da oltre 250 gol in carriera: il Tottenham dal canto proprio ha fatto sapere al giocatore e ai suoi agenti che l'unico accordo di cui sono disposti a discutere questa estate è quello relativo al rinnovo ma la situazione potrebbe cambiare se a volere la cessione sarà lo stesso giocatore.

Con la concreta possibilità di rimanere escluso dalla Champions League per la seconda stagione di fila, Kane in estate potrebbe forzare la cessione dalla società londinese e trasferirsi in un club in linea con le sue stesse ambizioni di successo: l'Uragano è stanco di non poter competere per la Premier League e la Champions League e alla luce di questo a fine stagione potrebbe chiedere al Tottenham di essere messo sul mercato.

Gli Spurs nella stagione 2016/2017 sono arrivati secondi in campionato e due anni dopo sono andati pure in finale di Champions League contro il Liverpool ma da quel momento in poi i risultati sono stati sempre più deludenti di anno in anno e Kane sarebbe stanco di questa situazione e potrebbe fare le valigie e chiedere di essere ceduto: tuttavia solo una clamorosa offerta sopra i 150 milioni di euro potrebbe far vacillare il Tottenham.

Harry Kane, Tottenham | Jurij Kodrun/Getty Images
Harry Kane, Tottenham | Jurij Kodrun/Getty Images

Secondo quanto appreso dalla nostra redazione inglese, Il Tottenham, forte del contratto del giocatore che scadrà tra tre anni e dell'idea che il percorso intrapreso alla fine si rivelerà vincente, non ha alcuna intenzione di privarsi del calciatore più importante e rappresentativo della propria rosa neanche di fronte alle eventuali offerte monstre dei top club europei e avrebbe proposto al centravanti un ritocco sull'attuale ingaggio da 200mila sterline settimanali. L'entourage del calciatore invece, avrebbe invitato la dirigenza ad ascoltare eventuali offerte nella prossima sessione di mercato. Settimane decisive dunque, in cui resta da capire se la della dirigenza degli Spurs sarà in grado di convincere ancora una volta Kane che il proprio progetto tecnico sia vincente e che per portare i trofei nel nord di Londra, c'è tanto, troppo bisogno di lui.

Segui 90min su Instagram.