Due nomi per l'Inter del futuro: Suning pensa a Marco Silva e Sabatini

La settimana del derby in casa Inter è anche quella dei confronti e delle riflessioni. La situazione è difficile dopo la sconfitta di Crotone, e c'è il rischio di uno scoramento dello spogliatoio che porti poi a mancare anche l'obiettivo minimo stagionale, ovvero la conquista della prossima Europa League.

Per il momento Stefano Pioli resta saldo al timone, ma nel caso in cui la situazione dovesse precipitare, ad iniziare dalla sfida contro il Milan, Suning non vuole farsi trovare impreparata e pensa a un'alternativa in panchina per la prossima stagione.

In tal senso, secondo quanto riporta 'Il Corriere della Sera', negli ultimi giorni stanno salendo notevolmente le quotazioni di Marco Silva, allenatore portoghese dell'Hull City sponsorizzato dal potente agente Kia Joorabchian, da sempre molto vicino alla famiglia Zhang. Potrebbe dunque essere lui il prescelto per guidare l'Inter nella prossima stagione se Pioli dovesse saltare.

Ma una svolta importante è attesa in primis a livello societario. In tal senso, sempre secondo quanto riporta 'Il Corriere della Sera', si fa sempre più insistente il nome dell'ex dirigente della Roma Walter Sabatini. Quest'ultimo potrebbe essere il nuovo Direttore sportivo o ricoprire un'altra carica societaria, visto che quel ruolo è ricoperto attualmente da Piero Ausilio.

Walter Sabatini (Foto: Getty Images)

Proprio quest'ultimo è finito nelle ultime ore nell'occhio del ciclone per alcune sue esternazioni, e la sua permanenza all'Inter non è scontata. Ausilio aveva parlato di squadra "presuntuosa e arroganza", suscitando la reazione dello spogliatoio nerazzurro, Gagliardini in primis, che non ha condiviso la posizione del proprio dirigente.

"Non sono d'accordo con Ausilio, - ha tagliato corto l'ex centrocampista dell'Atalanta - magari un velo di verità c'è, ma sono parole che ha detto a caldo. Magari lui le pensa e dobbiamo ascoltarle e capire perché le ha dette".

"E' follia dire che qui non ci sono giocatori di personalità. - ha aggiunto ancora Gagliardini - C'è gente che ha vinto tanto in carriera, non è un fattore che manca a questa squadra". Segno che la frattura e la lontananza fra squadra e dirigenza sembra innegabile. 

Nonostante la presenza di Zhang Jr. alla Pinetina martedì, non può non stridere in tal senso l'annunciata assenza del numero uno di Suning, Zhang Jindong, per l'importante derby di sabato pomeriggio. 

Fra i dirigenti, proprio Ausilio sarebbe in discussione, con il rinnovo del suo contratto fino al 2020 che tarda ad arrivare. Nel caso in cui per lui arrivasse il prolungamento, Dario Baccin, attuale responsabile del Settore giovanile del Palermo, diventerebbe secondo 'La Gazzetta dello Sport', il nuovo capo degli osservatori nerazzurri. 

Ora tutti sperano in una vittoria nel derby con il Milan: nel caso in cui questa non dovesse arrivare, la società pensa anche a una punizione esemplare per la squadra, che sempre secondo il quotidiano sportivo milanese verrebbe convocata alle 8 del mattino il giorno di Pasqua per una seduta di allenamento, come accade con Mancini 2 anni fa.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità