Duro attacco dal presidente francese: "La Juventus fa speculazione finanziaria"

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

Il progetto della Superlega Europea ha scatenato l'ira di molti addetti ai lavori, tra i quali anche Damien Comolli. Il presidente del Tolosa ha approfittato delle pagine del quotidiano francese Le Monde per sferrare un duro attacco al numero uno della Juventus Andrea Agnelli: "Si dovranno rivedere gli stipendi, il personale assunto, valutare azioni a largo raggio per il triennio 2021/2023. A meno che non si faccia speculazione, come la Juventus. Non si tratta di trading ma di semplice e chiara speculazione finanziaria. La società bianconera ha circa 120 giocatori sotto contratto ma a disposizione in rosa ne tiene 25 al massimo".

Damien Comolli | LIONEL BONAVENTURE/Getty Images
Damien Comolli | LIONEL BONAVENTURE/Getty Images

Comolli ha poi proseguito: "Perché ne preferisce gestire così tanti? Sono entrate aggiuntive grazie alla vendita di giocatori che non hanno intenzione di utilizzare in prima squadra. In pratica li compra per un milione e li rivende per cinque. Anche altri club lo fanno, ma non c'è correttezza nei confronti delle persone. Io non sottoscrivo affatto questa pratica amministrativa. E non credo sia questa che ci permetterà di uscire dalle difficoltà. L'obiettivo è di coltivare i giovani all'interno del club, quello è il vero valore aggiunto".

Segui 90min su Instagram.