Dybala al San Paolo, pronto ad espugnare lo stadio che fu del suo idolo Maradona

Domenica sera il San Paolo sarà teatro di una delle sfide più attese di questo campionato, quella fra il Napoli e la Juventus. I tifosi partenopei attendono il ritorno nel catino partenopeo di 'traditore' Higuain, ma quella che andrà in scena fra pochi giorni sarà anche il ritorno al San Paolo di Paulo Dybala.

Per l'attaccante bianconero calcare il terreno sul quale in passato ha fatto la storia l'idolo di tutti i calciatori argentini, Diego Armando Maradona, regala sempre un'emozione unica. Altre tre volte ha giocato in quel campo, una con la Juve e e due col Palermo, ma dove il Pibe de Oro regalava emozioni uniche, goal e Scudetti ai tifosi azzurri il giovane argentino non è mai riuscito a far goal.

Ora, Dybala non è più un talento che deve esprimersi, arriva all'appuntamento più maturo e consapevole di essere ormai un campione, un elemento importante per un club tornato a essere importante anche a livello europeo come la Juventus; ma è quanto meno improbabile che, nonostante gli ancora ampi margini di crescita su cui può contare vista la giovane età, riuscirà ad andare anche solo vicino a ciò che Maradona ha rappresentato per l'Argentina e per una squadra di club come il Napoli.

Dybala e Maradona sono due mondi opposti: tanto 'bravo ragazzo', seppure in campo sia una tigre, il primo, quanto sempre sopra le righe anche fuori dal campo il secondo. Diego è divenuto una leggenda, Paulo fin lì probabilmente non arriverà mai, vuole però essere un campionissimo e quella strada l'ha già imboccata nel senso giusto di marcia.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità