Dybala, da problema a risorsa per la Juve

Andrea Gigante
·1 minuto per la lettura

Dopo mille rinvii legati ad altrettante polemiche, ieri si è finalmente giocata Juventus-Napoli, partita valevole per la terza giornata di Serie A. La sfida si è conclusa 2-1 in favore dei bianconeri che riscattano così la brutta prestazione nel derby contro il Torino; ciò che fa più notizia è però il ritorno al gol di Paulo Dybala, tornato in campo a 3 mesi dall'infortunio al ginocchio sinistro.

Quello messo a segno ieri pomeriggio è stato il classico "gol alla Dybala": il 10 bianconero si trovava infatti al limite dell'area di rigore, leggermente verso destra, quando ha scagliato di sinistro un tiro a giro sul secondo palo; la forza non era molta, ma la conclusione era abbastanza precisa da battere Meret.

Dybala non vedeva il campo da gennaio, quando in occasione della sfida casalinga contro il Sassuolo, fu costretto ad abbandonare il terreno di gioco in seguito a un contrasto con Traoré HJ nel primo tempo. Trauma contusivo al collaterale interno: questo era il referto. A febbraio, la Joya sembrava aver smaltito l'infortunio, ma un riacutizzarsi del dolore ha fatto slittare ulteriormente il suo rientro. L'argentino ha scelto quindi di recarsi a Barcellona, per farsi seguire dal dott. Ramon Cugat, il quale ha esortato il fantasista bianconero ad avere pazienza e a non forzare il recupero che invece doveva essere graduale.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.