Dybala e il saluto militare a Demiral, è polemica

webinfo@adnkronos.com

Paulo Dybala incanta in Champions League, ma la sua esultanza dopo la magia su punizione contro l'Atletico Madrid fa discutere. Il talento della Juventus ha festeggiato il gol-vittoria contro gli spagnoli facendo il saluto militare e poi correndo ad abbracciare il suo compagno di squadra turco Merih Demiral seduto in panchina. Il gesto ha subito richiamato alla mente il saluto militare con cui i giocatori della nazionale turca hanno espresso il loro appoggio al presidente Recep Tayyip Erdogan all'inizio dell'offensiva contro i curdi in Siria. Dybala nel post-partita ha subito precisato: "Nessun messaggio politico, è solo uno scherzo che facciamo sempre con Demiral per le foto che sono uscite di lui che faceva il saluto militare".  

Ma la sua esultanza non è passata inosservata soprattutto in Turchia, dove l'argomento è ancora particolarmente caldo. E anche in Italia in tanti hanno commentato il gesto sui social, spesso criticando 'La Joya'. "Omaggi un tuo compagno imitandone la linguaccia, l'aeroplanino, il violino, il ciuccio. Ma non il saluto militare, portatore di un vile messaggio politico", "Era solo uno scherzo, 'del c...' ha dimenticato di aggiungerlo", "Caro Dybala, un capolavoro sportivo e una cagata. Non si scherza sulla vita e sulla morte di bambini, donne, gente costretta ad abbandonare la propria casa. Sul massacro di chi difende la propria terra", sono alcuni dei commenti che si leggono sui social.  

Anche il giornalista Paolo Condò ha stigmatizzato, nel post-gara dagli studi di Sky, l'esultanza del giocatore bianconero: "Dovrebbe leggersi due giornali in più per comprendere cosa significhi quel gesto".  

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...