Dybala e la nuova Juve: "Giocare più vicino alla porta mi aiuta"

Paulo Dybala ha parlato dopo Atalanta-Juve del suo ruolo e del suo rapporto con Higuain: "Ci intendiamo con uno sguardo, siamo una bella coppia".
Paulo Dybala ha parlato dopo Atalanta-Juve del suo ruolo e del suo rapporto con Higuain: "Ci intendiamo con uno sguardo, siamo una bella coppia".

75 minuti da trascinatore, poi il goal da killer che chiude la partita. Paulo Dybala in questo momento per la Juventus sembra sempre più provvidenziale, al pari di Gonzalo Higuain.


La partita contro l'Atalanta lo ha confermato: la coppia argentina funziona, in attesa che Cristiano Ronaldo torni al meglio. Il 10 bianconero ne ha parlato alla 'Gazzetta dello Sport'.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

“Con Higuain mi intendo con uno sguardo, siamo una bella coppia. Speriamo di ritrovare Ronaldo al 100%”

I miglioramenti maggiori rispetto all'anno scorso li ha però mostrati lui. 'La Joya' ha affermato che giocare più vicino alla porta lo aiuta molto in fase realizzativa, come fa quest'anno, rispetto all'anno scorso in cui con Allegri faceva più che altro il trequartista, l'uomo di raccordo tra centrocampo e attacco.

"Non so che cosa sia cambiato rispetto all’anno passato, ma giocare più vicino alla porta aiuta: tutto parte da lì"

Ad aiutarlo anche la decisione di rimanere e di insistere in bianconero, senza voler lasciare la squadra. Ed essere ancora protagonista.

"La decisione di restare mi sta premiando, è la mia voglia di migliorare, di divertirmi in campo. L’allenatore mi aiuta fuori, io cerco di dare tutto dentro e i compagni sono bravi a stare con me nei momenti difficili".

Potrebbe interessarti anche...