Dybala e la scelta Juventus: "Su di lui c'era mezza Europa"

Pierpaolo Triulzi, agente di Paulo Dybala, svela: "Molte squadre si erano interessate seriamente a lui prima del rinnovo: bel segnale della Juventus".

Paulo Dybala, alla fine, ha rinnovato. Alla Juventus hanno sempre avuto pochi dubbi, ma le settimane iniziavano a passare e la firma non arrivava. L'argentino l'ha apposta il 13 aprile al termine di una trattativa lunghissima, legandosi ai colori bianconeri e facendo felici tutti. Anche Pierpaolo Triulzi, il suo agente.

"Questo rinnovo per me è stato un segnale molto importante della Juventus ai suoi tifosi e alle altre squadre, perché ancora una volta ha dimostrato quanto stia costruendo una società di top player - dice il procuratore, intervistato dal 'Corriere dello Sport' - Ma è stato anche un messaggio importante di Dybala ai tifosi. Paulo è felice, come lo è la sua famiglia, di questa scelta e lo dimostra partita dopo partita".

I momenti di difficoltà non sono mancati: "Sono rinnovi molto complessi, con tantissime variabili. Se dicessi che è stato tutto facile direi una bugia. Ma posso sicuramente dire che è sempre esistita la volontà comune di arrivare all'accordo. E così è stato. Per Paulo è il riconoscimento di tanti sacrifici che fa da quando ha iniziato a dare i primi calci al pallone: fatemelo dire, è un ragazzo che merita tutti i risultati che sta avendo".

L'accordo allontana, almeno momentaneamente, le tante pretendenti che hanno pensato alla possibilità di strappare Dybala alla Juventus: "Ritengo una cosa abbastanza normale che l'interesse su di lui sia stato molto alto ed è ovvio che molte squadre si siano interessate a lui seriamente. So che i retroscena sono il pane di chi fa il vostro lavoro, ma io amo la riservatezza nel mio lavoro: però se scrivete che Paulo lo voleva mezza Europa scrivete il vero".

Meglio non paragonare Dybala a Messi, avverte però Triulzi: "Nessuno metterà mai in discussione Messi, in questo momento lui è un giocatore irraggiungibile, come lo è stato Maradona, per intenderci. Sono suggestioni mediatiche, ci stanno, le lasciamo a voi. Lui è e si sente semplicemente Paulo Dybala e lavora tutti i giorni per migliorarsi".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità