Dybala, il retroscena: "Due settimane alle prese con gli antibiotici"

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Paulo Dybala non sta attraversando un momento particolarmente sereno. L'attaccante della Juventus ha rinunciato alla Nazionale e non ha ancora trovato il ritmo a causa di alcuni problemi fisici accusati in questo avvio di stagione.

Dal ritiro dell'Argentina, nei giorni scorsi, il tecnico dell'Albiceleste Lionel Scaloni aveva parlato così del numero 10 bianconero:“Dybala è un ragazzo che apprezziamo al di là del livello tecnico, sia io che il mio staff. Sta attraversando un momento difficile e dobbiamo stargli vicino. Tornerà quello che conosciamo. É un giocatore che ha colpi molti interessanti. Non fa parte di questa convocazione, ma gli siamo vicini e lo aspettiamo, come facciamo con tutti. Gli mando un abbraccio”.

Paulo Dybala, Juve | Jonathan Moscrop/Getty Images
Paulo Dybala, Juve | Jonathan Moscrop/Getty Images

Ieri ha giocato nella mezz'ora finale contro il Cagliari. Secondo Pirlo ha giocato 'fuori ruolo'. Lo stesso tecnico ha svelato un retroscena importante sul giocatore argentino. Ecco le sue parole a DAZN: "Paulo è un attaccante, una seconda punta, appena sarà al top della condizione lo metteremo nella posizione sua ideale. È da due settimane che prendeva antibiotici per un vecchio virus, però ha lavorato bene in questi giorni e stasera ha avuto anche un po' di gamba che gli mancava nell'ultimo periodo".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.