Dybala piega il Milan e la Juve torna prima

Adx

Roma, 11 nov. (askanews) - La Juventus batte 1-0 il Milan nel posticipo della 12a giornata di Serie A e va alla sosta per le nazionali in testa alla classifica. Sfida complicata per i bianconeri allo Stadium, risolta al 77' da una giocata da campione di Dybala al limite dell'area: l'argentino, entrato al posto di Ronaldo a inizio ripresa, salta Romagnoli e infila l'angolino. Buona prova del Milan di Pioli, più volte vicino al gol con Piatek e Calhanoglu, ma ancora battuto. Durante la gara con i rossoneri ha fatto discutere l'uscita dal campo non gradita da Ronaldo al 55': "Ringrazio Cristiano perché ha giocato in condizioni non eccezionali - ha subito smorzato Sarri -. Se si arrabbia è normale, ha fatto di tutto per esserci anche se fuori condizione". Il cambio è stato decisivo in una partita combattuta: "Siamo stati disposti a soffrire"."Non è l'età, ha avuto un problema al ginocchio e da allora un risentimento con squilibri, ha dolori, non può allenarsi molto, ha questa difficoltà ed un acciacco che lo condiziona. Tirata di orecchie? Penso che ci vuole tolleranza quando togli chi vuole dare tutto. Ci possono essere i cinque minuti di arrabbiatura, penso sia normale, all'allenatore fa anche piacere, sarei preoccupato del contrario". Una buona prestazione in casa della Juventus non è bastata al Milan di Pioli per uscire dallo Stadium con punti importanti per la classifica: "Dobbiamo migliorare la nostra situazione - ha commentato il tecnico rossonero -, non dobbiamo mollare e lavorare tanto. I miglioramenti ci sono, non siamo stati inferiori alla Juve ma facciamo troppi errori". Le occasioni ci sono state: "Ci è mancata lo stoccata vincente. Meritavamo più punti".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...