Dybala superstar, Paolo Rossi lo incorona: "E' il numero uno al mondo"

Segnare una doppietta al Barcellona non è una cosa di tutti i giorni. L'impresa è riuscita a Paulo Dybala che, con l'exploit di ieri sera, si è definitivamente consacrato anche a livello internazionale. Non solo stella della Serie A, ormai l'attaccante della Juventus può essere considerato come un campione su scala planetaria.

La pensa così anche Paolo Rossi, indimenticato bomber bianconero e campione del mondo con la Nazionale nel 1982. L'ex attaccante, ospite ai microfoni della trasmissione Tutti Convocati su 'Radio 24', incorona Dybala: "Dopo l'infortunio ha fatto fatica, ma poi è rientrato in condizione. In questo momento lo considero il numero uno al mondo".

Pablito va oltre, descrivendo l'argentino come "un ragazzo straordinario, è una gioia vederlo giocare. Ieri il primo goal è stato pazzesco". Come tutti, Rossi è rimasto rapito dalla prodezza confezionata dall'ex rosanero, che ha beffato Ter Stegen con una conclusione a girare sul palo più lontano.

Stravinto il duello a distanza col connazionale Messi: "Lo conosciamo tutti, è un campione straordinario ma va anche un po' a corrente alternata. Ogni tanto il Barcellona fa delle 'stecche' incredibili, anche se si è ritrovato di fronte una grande Juve, che ha raggiunto l'apice della maturità".

"La Juventus - prosegue l'ex bianconero - ha giocato da vera squadra, è un gruppo in cui ognuno si sacrifica per l'altro e nessuno si sente un primattore: Mandzukic fa il terzino, il tornante... La Juve è una seria pretendente alla vittoria della Champions, ha tutto per arrivare in fondo e se la può giocare con tutti. Bayern e Real sono ovviamente gli avversari più temibili".

Il Barcellona di ieri è parso poca cosa, ma guai a considerare la qualificazione archiviata. "Il Barça non mi sembra a fine ciclo. E' finito solo il primo tempo, la Juve non pensi di aver sbrigato la pratica", il monito di Rossi, che riconosce la crisi blaugrana ma anche il valore delle individualità, che resta altissimo.

"L'impressione è che il Barcellona abbia smarrito le idee, non sappia più cosa fare. Ma ha sempre i campioni che ti possono ribaltare il risultato". Allegri ne è senz'altro consapevole.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità