E' ancora prezioso per la Juventus, ma Barzagli svela: "Buffon continua a dirmi di smettere..."

Si avvicina a grandi passi la sfida tra Juventus e Monaco. Allegri alle prese con il dubbio Barzagli-Cuadrado, con il difensore in leggero vantaggio.

Andrea Barzagli è ormai l'equilibratore tattico di Massimiliano Allegri, sia perchè consente al tecnico della Juventus di non farsi scrupoli quando si deve conservare un risultato, togliendo un giocatore più offensivo e mettendosi a tre dietro, sia per la sua duttilità, che permette di schierarlo anche da terzino destro oltre che centrale, con interpretazione ovviamente diversa rispetto a Lichtsteiner o Dani Alves.

Scenario quest'ultimo verificatosi contro il Genoa, come ha spiegato con un ghigno lo stesso Allegri nel dopo partita: "Come ho fatto a convincere Barzagli a fare il terzino destro? Semplice, fino all'ultimo gli ho detto che doveva giocare a tre!".

Il rendimento del toscano è del resto sempre altissimo, pura affidabilità al potere: "Sì, era un 4-4-2 - ha detto poi Barzagli - difensivamente non è un problema, spingendo invece devo correre e metterci qualità. Dietro me la cavo dai...".

La Juventus già pensa al futuro, per dare degni eredi ai propri totem difensivi: "Con Caldara saremo troppi? Arriverà tra un anno, poi magari smetterò... Quando? Vediamo. Fin quando sto bene gioco, quando qualcuno mi dice di smetterla lo farò, e già in squadra me lo dicono... Chi me lo dice? Gigi continua a dirmelo..."

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità