E' morta Lucia Bosé, l'annuncio sui social del figlio Miguel

Yahoo Notizie
Lucia Bosè al Roma Film Fest 2019 (photo by Marilla Sicilia/Archivio Marilla Sicilia/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Lucia Bosè al Roma Film Fest 2019 (photo by Marilla Sicilia/Archivio Marilla Sicilia/Mondadori Portfolio via Getty Images)

La grande Lucia Bosé è morta a 89 anni per coronavirus. Da giorni l’attrice era ricoverata in ospedale a Segovia (per una polmonite). A dare il triste annuncio è il figlio Miguel, con un post toccante sui social.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Un’icona del nostro cinema, alla pari di Sophia Loren e Gina Lollobrigida. Il debutto sul set per Lucia Borloni (questo il suo vero nome) fu merito del regista Luchino Visconti, che la vide dentro una pasticceria e ne rimase folgorato.

La Bosé era nata a Milano il 28 gennaio 1931. Fin da ragazza, anche se costretta a fare la commessa per aiutare la sua famiglia, sognava di fare cinema. Poi l'incontro con il grande maestro e la vittoria a Miss Italia nel 1947 a Stresa: nella sua stessa edizione c'erano anche Gianna Maria Canale, Gina Lollobrigida, Silvana Mangano e Eleonora Rossi Drago.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, è morta la mamma di Alex Baroni

Una vita dedicata allo spettacolo e al cinema, sotto la direzione di registi come Antonioni, Fellini e i fratelli Taviani. Il debutto sul grande schermo avvenne nel 1950 con Non c'è pace tra gli ulivi di Giuseppe De Santis, film in cui vestiva i panni di una pastorella ciociara, affiancata da Raf Vallone e Folco Lulli. Sarebbe potuta essere anche la mondina di Riso amaro, ma la famiglia si oppose.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, morta la mamma di Piero Chiambretti

Dello stesso anno anche il debutto di Michelangelo Antonioni che la volle protagonista nel suo Cronaca di un amore accanto a Massimo Girotti, seguito tre anni dopo da La signora senza camelie. A questi film più autoriali seguirono le commedie rosa di Luciano Emmer (Parigi è sempre Parigi, Le ragazze di piazza di Spagna) e poi la serie di film comico-farseschi con Walter Chiari, altro suo grande amore prima del matrimonio col torero spagnolo che la portò nel 1956 a un ritiro temporaneo dalle scene. Dall’amore tormentato con Dominguin nacquero tre figli, tra cui Miguel, che scelse il cognome della mamma per la sua carriera di cantante. 

GUARDA ANCHE - L’addio di Giorgia alla mamma di Alex Baroni

Potrebbe interessarti anche...