E se in Serie A ci fossero i playoff? Un po' di modelli dall'Europa

Quale futuro per la Serie A ? Una traccia è già stata fatta intendere dal presidente federale Carlo Tavecchio, che a caldo dopo la rielezione ha parlato apertamente della possibilità di ridurre da 2 a 3 il numero di retrocessioni in Serie B, mantenendo intatto il numero di squadre, 20 . Una scelta che, se ratificata, andrebbe in netta controtendenza rispetto a ciò che accade nel resto d'Europa, dove si pensa a ridurre il numero di squadre e a introdurre la post season per tenere alta la competitività fino al termine della stagione.

Il problema non è tanto ridurre o ampliare il numero di partite, quanto dare valore al maggior numero di gare possibile

Una volta appurato che il problema non è tanto ridurre o ampliare il numero di partite, quanto dare valore al maggior numero di gare possibile: ecco allora qualche modesta proposta prendendo esempio da quello che succede in altri campionati, così per vedere l'effetto che farebbe in Serie A. Il dibattito è aperto!

IL MODELLO BELGA

NUMERO DI SQUADRE: 16

NUMERO DI GIORNATE: 40

NUMERO DI PARTITE: 270

FORMULA

- Stagione regolare di andata e ritorno (30 giornate)

- Playoff scudetto con le prime 6 in girone all'italiana andata/ritorno conservando la metà dei punti della stagione regolare

- La 16^ retrocede direttamente in Division 1B, rimpiazzata dalla vincitrice dalla stessa Division 1B

- Playoff Europa League con le squadre dal 7° al 15° posto divise in due gironi da 6, cui partecipano anche la 2^ e la 3^ della Division 1B. Le ultime dei rispettivi gironi retrocedono in Division 1B, le vincitrici (purchè di Division 1A) spareggiano per un posto in Europa League.

SE SI FACESSE IN ITALIA...

Serie A Belgio

La formula è un po' cervellotica e prende spunto dal campionato svizzero dei primi anni'90, ma in Belgio ha portato risultati concreti, se è vero che dall'anno della sua introduzione (2009/10) la Division 1A ha recuperato posizioni su posizioni nel Ranking UEFA e ha riportato le medie spettatori su buoni livelli (oltre 2.500.000 spettatori in 240 partite di stagione regolare nel 2016/17, più di 10.000 spettatori di media).

Per importare questo sistema in Italia, coinvolgendo le meglio piazzate della Serie B, sarebbe prioritaria la riduzione della Serie A a 16 squadre . Per questo è pressochè impossibile allo stato attuale immaginare una fase di Playoff Europa League/retrocessione "alla belga" nella nostra Serie A, mentre la grafica qua sopra rende abbastanza l'idea di come sarebbe un'eventuale " poule scudetto " con le posizioni attuali.

IL MODELLO DANESE

NUMERO DI SQUADRE: 14

NUMERO DI GIORNATE: 36 (poule scudetto), 32 (poule salvezza)

NUMERO DI PARTITE: 236

FORMULA

- Stagione regolare di andata e ritorno (26 giornate)

- Playoff scudetto con le prime 6 in girone all'italiana andata/ritorno conservando la metà dei punti della stagione regolare

- Playoff retrocessione con le ultime 8 in girone all'italiana divise in due gironi da 4; gare di andata/ritorno conservando la metà dei punti della stagione regolare. Le ultime dei due gironi retrocedono.

SE SI FACESSE IN ITALIA...

Danmark

Qualcosa di molto simile è in uso anche in Ucraina e Polonia. Lo schema della poule scudetto è totalmente identico a quello belga, mentre i playout offrono uno spunto interessante grazie ai due gironi all'italiana chiamati a produrre le retrocesse.

La simulazione grafica, tuttavia, fa intuire come il distacco tra le ultime quattro e le altre sia tale da rendere meno efficace questa formula. E' altrettanto vero che una stagione regolare con meno squadre contribuirebbe a limare e non poco il margine , rendendo i playout molto più incerti.

IL MODELLO OLANDESE

NUMERO DI SQUADRE: 18

NUMERO DI GIORNATE: 34 + 6 giornate di spareggi

NUMERO DI PARTITE: 328 

FORMULA

- Stagione regolare di andata e ritorno (34 giornate)

- Playoff Europa League: tabellone tennistico in gare di andata e ritorno dalla 5^ all'8^ classificata

- Playout: 16^ e 17^ inserite in un tabellone tennistico con 6 squadre della Eerste Divisie generate dal vittoria nei "periodi" (porzioni di campionato) o dal piazzamento finale.

SE SI FACESSE IN ITALIA...

E' probabilmente il sistema più complicato che esista, difficile da spiegare e ancora di più da semplificare graficamente. Obiettivamente quasi impossibile da esportare, ma gli olandesi alla loro "Nacompetitie" sono affezionati e non vi rinuncerebbero per nulla al mondo.

IL MODELLO SERIE B

NUMERO DI SQUADRE: 22

NUMERO DI GIORNATE: 42 + 5 giornate di spareggi

NUMERO DI PARTITE: 338

FORMULA

- Stagione regolare di andata e ritorno (42 giornate)

- Playoff: tabellone tennistico alla 3^ alla 7^ classificata. Gara secca il preliminare, andata e ritorno i turni successivi

- Playout: 18^ e 19^ in gare di andata e ritorno.

SE SI FACESSE IN ITALIA...

Serie A Serie B

Gira che ti rigira, lo schema dei playoff di Serie B potrebbe essere ottimo a maggior ragione per la Serie A a 20 o meglio ancora a 18 squadre, ad esempio in chiave assegnazione dei posti in Europa, e a specchio (nel senso che chi vince si ferma e chi perde va avanti) anche per dei playout estesi a 6 squadre. A ben guardare la soluzione per dare più valore alla Serie A potrebbe essere già sotto ai nostri occhi...

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità